All Posts

Il culto del cargo

Ho letto con una certa curiosita’ il pastrocchio noto come legge finanziaria, e tra i festeggiamenti dei Righeira grillini e le minchiate turbonordiche , devo dire che si sta rasentando il limite del patetico. Perche’ questa finanziaria rispecchia cio’ che l’Italia sta cercando di costruire: un culto del cargo. Per chi non lo sapesse, un culto del cargo e’ un fenomeno religioso osservato in alcune tribu’ della Melanesia. Gli americani ci avevano costruito delle basi logistiche, e nel frattempo, per evitare problemi con gli indigeni davano loro del cibo.

De Bavaria

Ho letto stamattina i risultati elettorali in Baviera, e poi sono andato a fare un giro sui giornali italiani per cercare di capire in che modo avrebbero raccontato le cose in maniera da tenere gli italiani all’oscuro della situazione. Devo dire che hanno fatto il solito lavoro di informazione pigra, abbastanza da riuscire nella difficile impresa di dare ragione a Grillo: la stampa italiana e’ una merda. Per prima cosa, hanno cercato di interpretare quanto accaduto come se fosse stato uno scontro fra AfD (che e’ e rimane un partito marginale) e il resto.

Il mito dello sdoganamento

Chi legge la stampa italiana vivendo all’estero si trova a combattere con una parola che e’ intraducibile nell’universo politico straniero, che e’ “sdoganamento”. Sebbene esistano dei discorsi che possono spiegare cosa e’ successo, ci si scopre sempre inadeguati di fronte alla domanda “Wer hat die Grenze vorher bewacht?” Chi c’era, in fondo, a sorvegliare questa frontiera? Chi erano i doganieri? Questa e’ una domanda interessante, perche’ se diciamo che M5S e Lega hanno “sdoganato” alcune dialettiche, quello che non e’ ben chiaro e’ proprio questo: dove si trovava la frontiera di preciso, chi la istituiva, chi la sorvegliava , e con quale mandato?

Bolle Silicose

Di tanto in tanto si parla, sui giornali (ma per poco tempo, per via di legami piu’ o meno inconfessabili) di fine della bolla speculativa della Silicon Valley, pur senza spiegare mai come sia stata costruita. Per capire la natura di questa bolla, e il motivo per il quale gli esperti danno per scontato che prima o poi esploda, serve innanzitutto abbandonare alcuni pregiudizi. Il primo pregiudizio da abbandonare e’ che la silicon valley fosse un’economia di tipo liberista.

L' Homo Incompetens e l'acqua della Ferragni

Il concetto di “narrativa” che spesso io utilizzo per mostrare il progressivo divorzio dalla realta’ e’ stato descritto in passato, e meglio di me, da un certo Baudrillard. Baudrillard lo chiama “simulacro”, o “simulazione”, e con questo intende dire che ci sono delle “mappe della realta’ ” che oggi hanno preso il posto della realta’ stessa. Io dissento da Baudrillard perche’ credo che queste mappe non siano “un prodotto del bieco consumismo” o del “postmoderno”, ma siano un bisogno dell’ Homo Incompetens.

Il chip del malvagio Fu-Manchu, 2

Ho gia’ scritto del malefico chip che secondo Bloomberg (ah ah ah, Bloomberg) sarebbe sulle schede madri per spiare i servers americani, e a distanza di qualche giorno la situazione sta diventando sempre piu’ ridicola, se non addirittura patetica. Come avevo scritto, disegnare un chip del genere e’ molto piu’ semplice a dirsi che a farsi. Non nel senso che non esista la possibilita’ di lasciare delle backdoor in hardware. Mi riferisco al fatto che secondo Bloomberg questo chip sarebbe stato concepito allo scopo di rompere anche le piu’ sofisticate misure di controspionaggio e rubare segreti di altissimo livello.

Il mito dell' Apocalisse-che-ti-aiuta

Leggo oggi che Giggino ha una grandissima fiducia nelle prossime elezioni politiche europee, nonostante il fatto che siano programmate dopo il Brexit e con l’Italia in piena crisi finanziaria. Una scommessa del genere e’ pazza di suo, ma mostra chiaramente una cosa: sta cercando di vendere l’asse sovranista del quale M5s e Lega non-fanno-parte. Bannon ci ha provato in tutti i modi a prenderne il controllo, ma adifferenza degli altri partiti sovranisti europei, si e’ dovuto scontrare col fatto che i partiti sovranisti italiani sono gia’, di fatto, posseduti da un ente (la massoneria italiana) che non tollera altri padroni.

Il chip del malvagio Fu-Manchu

Continuo a leggere di Bloomberg che accusa i cinesi di aver inserito chip dentro le schede madri, allo scopo di spionaggio, e provo una sensazione che va dal divertimento al sarcasmo. Va dal divertimento al sarcasmo perche’ mi sforzo di immaginare come possa funzionare un coso del genere. Bisogna capire una cosa: dall’hardware fisico ai dati ci sono tanti, ma tanti livelli di astrazione. E ognuno di questi livelli “offusca” i dati, nel senso che oggi quasi tutti i data center sono virtualizzati, ove virtualizzato significa che se io mi proponessi di leggere una specifica informazione di uno specifico programma, trovandomi sul livello della scheda madre, sarebbe difficilissimo riuscirci.

Partiti e Ascensori Sociali

Negli scorsi post ho insistito abbastanza sul concetto di ascensore sociale, e la ragione e’ che usandoli come paradigma e’ possibile spiegare l’improvviso successo di alcuni partiti, sia in Italia che in Europa. Ovvero e’ possibile spiegare queste “fiammate populiste” come una reazione all’immobilita’ sociale, che e’ la mancanza di ascensori sociali. Ma non si spiegano solo le fiammate populiste: si spiegano anche molti altri fenomeni (non tutti, ma molti).

Spese immorali

Se vivessi in Italia passerei il tempo a ridere. Nel senso che questo governo e’ come un gigantesco asteroide a forma di minchia che si staglia nel cielo: sai che morirai, ma non riesci a smettere di ridere. (cit.) Mi e’ capitato per caso di vedere un filmato ove Giggino di Maio racconta che “siccome il POS e’ tutto tracciabile”, allora non saranno consentite “spese immorali”. Questa cosa e’ divertente sul piano dell’ IT, perche’ in qualche modo Giggino sembra pensare che durante una transazione POS, l’intero scontrino (compresa la descrizione dei singoli acquisti) venga trasmesso a chi detiene il conto.