Tu stai zitta

Kherson

Si fa tanto parlare della controffensiva ukraina dalle parti di Kherson, e penso che rimarra' nella storia come una delle battaglie inventate dalla propaganda piu' famose del secolo. E lo dico per diversi motivi, il primo dei quali e' che "iniziativa" , "offensiva" e "controffensiva" sono parole diverse che indicano cose diverse.

Cominciamo col chiarire una cosa: esiste una materia chiamata statistica militare. Gli statistici militari sono specializzati nel paragonare tattiche, strategie, dottrine militari e sistemi d'arma con i dati globali della guerra. Questo serve molto ai comandi, per trovare la verita' nel fumo della propaganda militare avversaria. 

Per esempio: i russi continuano a magnificare le loro armi ipersoniche ed i loro precisissimi missili Kalibr. Ma la statistica militare li smentisce: il marchio dei missili cruise precisissimi e velocissimi e' una mortalita' molto alta tra gli ufficiali di rango nemici (Generali, colonnelli, etc). Ora, se osserviamo gli alti ranghi ukraini, scopriamo subito che non ci sono perdite particolarmente significative. Al contrario ci sono tra i generali russi, che pero' sono stati uccisi da cecchini.

Cosa ci dice questo? Che i fantastici missili cruise russi (e dove trovarli) non esistono, ovvero esistono materialmente ma non hanno le caratteristiche che vantano i russi: un missile ipersonico con una precisione di 8 metri avrebbe praticamente sterminato lo stato maggiore ukraino, in sei mesi. Considerando che ne hanno lanciati a centinaia, e lo stato maggiore e' ancora al suo posto, possiamo escludere che abbiano questa precisione.

O meglio, i russi sono specialisti nel mescolare cose. Se un missile ha 500 km di raggio utile ne dichiarano 500 km, se ha 8 metri di precisione ma solo quando lanciato da 40km di distanza , dichiarano 500km con 8 metri di precisione. Dimenticano che o hai 500km di gittata, O (aut) hai 8 metri di precisione. Non li hai entrambi, e questa guerra lo ha dimostrato. 

Un missile che abbia 500 km di raggio utile e 8 metri di precisione , e sia anche ipersonico, significa che una spia manda un messaggio "c'e' un centro comando in un camion a queste coordinate" , e cinque minuti dopo il camion salta in aria. Praticamente a colpo sicuro, a patto che la spia riesca a nascondersi per 5 minuti.

Possiamo tranquillamente affermare che i russi NON dispongano di missili cruise che siano SIA precisi, SIA veloci, SIA capaci di grandi gittate. Probabilmente dovete scegliere una sola cosa, rinunciando alle altre: o preciso, o veloce. O preciso, o lunga gittata. O lunga gittata, o veloce. Ma non tutto insieme.

 


Detto che l'esercito russo e' decisamente sopravvalutato, e su questo occorrerebbe riflettere, cosa sta succedendo sul campo se ci limitiamo a quanto osserviamo? Quello che osserviamo e' un aumento della gittata dell'artiglieria ukraina , sino a 200/250 km e un aumento di dotazione. Hanno chiaramente piu' di 16 HiMars che dichiarano, piu' MLRS di quelli ufficiali, eccetera.

Questo ha ottenuto un effetto: hanno potuto colpire i ponti sul Dnepr. I russi hanno oltrepassato il fiume con circa 25.000 uomini, sino a conquistare Kherson, nel sud. Il problema e' che dopo gli ukraini hanno avuto l'artiglieria a lunga gittata e hanno fatto saltare i ponti e le vie di comunicazione. 

Adesso i 25.000 soldati non possono avanzare per mancanza di logistica, ma non possono neppure tornare indietro perche' i ponti sono saltati. Quando una tua divisione e' in queste condizioni, ci aspettiamo che entri in campo l'aviazione russa a spianare l'artiglieria ukraina, ma non sta succedendo. 

Una delle cose chiare in questa guerra e' che l'aviazione russa non sembra possedere aerei di ultima generazione. Non solo quarta , o quarta++. SI direbbe che siano limitati (e non si sa da cosa derivi questo limite) a velivoli di terza generazione, con uno strato di comunicazioni decisamente scadente.

Ma il punto di questa situazione e' che i generali e i colonnelli russi dovrebbero aver richiesto un appoggio pesantissimo dell'aviazione e non l'hanno fatto. O meglio, lo hanno fatto: hanno chiesto all'aviazione di portarli via. Lo stesso sindaco di Kherson , quello filorusso, ha rilasciato un'intervista da una citta' che e' a circa 1500 km di distanza. 

Nelle ultime settimane, infatti, si registrano sistematici bombardamenti su depositi di munizioni , edifici occupati da soldati russi, centri di comunicazione e radar aereonautici. Eppure, nonostante la precisione dei bombardamenti sia chiara, si registrano pochi morti tra ufficiali di alto rango. E questo significa che se ne sono andati.

Hanno abbandonato i propri uomini, insomma. 25.000 soldati senza comandanti, diretti da ufficiali semplici, e telecomandati dai loro ufficiali in comando.


Cosa succede, quindi? Succede che gli ukraini hanno tutto il tempo che vogliono (di sicuro da ora sino a primavera prossima) per cucinare quei 25.000 uomini. "Cucinare" significa far fuori i radar per poter usare anche l'aereonautica ukraina, e continuare a bombardare i depositi di munizioni e di carburante, come stanno facendo.

Hanno tutto il tempo che vogliono. I russi non possono scappare. I pontoni funzioneranno ancora per uno o due mesi, poi il Dnepr diventera' difficilissimo da attraversare. 

Ed e' per questo che non esiste alcuna contro-offensiva. SI tratta semplicemente di prendere l'iniziativa usando un'artiglieria piu' capace nella gittata. Ma non c'e' offensiva ukraina (del resto, non ne hanno le forze).

Ma allora per quale motivo hanno fatto credere in una contro-offensiva?

Perche' se la contro-offensiva non esiste, non puo' fallire. I russi possono anche consumarsi le corde vocali a dire che la controffensiva e' fallita : non avranno mai nulla da mostrare al pubblico.

 

Se fosse fallita una controffensiva da centinaia di migliaia di soldati, infatti, i russi potrebbero mostrare decine di migliaia di prigionieri. Ma non esistendo l'offensiva, non possono mostrare nulla.

In poche parole, si puo' speculare che il piano ukraino sia questo: cucinare i russi usando artiglieria a lunga gittata, facendo saltare le loro scorte e i ponti , colpendoli quando creano delle caserme,  e portarli all'inverno  dispersi in piccoli gruppi senza logistica. Per 25.000 uomini, superare un inverno senza logistica e' impossibile. Se poi li dividete perche' quando li accorpate vengono bombardati, diventano impossibili anche le comunicazioni.

Possono quei 25.000 uomini fluire lentamente attraverso il fiume, in qualche modo? Anche assumendo che fossero ottimi nuotatori, per farlo dovrebbero in qualche modo abbandonare la posizione e lasciar conquistare Kherson. Quindi, la situazione strategica e' questa:

  1. La contro-offensiva non esiste. Si tratta di una espansione del raggio delle artiglierie, che rende possibile prendere l'iniziativa. Se non esiste, non puo' fallire.
  2. Ma se i russi abbandonano Kherson, si dira' che la contro-offensiva e' riuscita.
  3. Ma se i 25.000 russi perdono uomini e uomini, e/o disertano, si dira' che la contro-offensiva e' riuscita.

In pratica, si tratta di una contro-offensiva che non esiste, ma si materializzera' nella propaganda, nel preciso momento i cui quei 25.000 uomini russi, abbandonati dai loro generali e privi di logistica durante l'inverno, cominceranno a soffrire gli effetti di mesi e mesi sotto l'artiglieria ukraina.


Per ora, tutto quello che si vede e' che gli ukraini hanno armi di gittata maggiore. E' sempre vero che l'artiglieria e' il dio della guerra, ma a quanto pare il dio degli ukraini ce l'ha piu' lungo.

Ovviamente i russi possono ancora fare qualcosa: mettere in campo l'aviazione e prendere il controllo dei cieli, facendo saltare l'artiglieria ukraina. 

Ma sinora, per motivi misteriosi, l'aviazione russa fantastica e dove trovarla non si e' fatta vedere.

Viene da chiedersi se esista, e se sia in condizioni di volare tanto e per tanto tempo.


E questo, se e' vero, spiega per quale motivo Putin sia tornato aggressivo e minaccioso. Spiega perche' stia accusando gli USA di essere parte belligerante. Spiega per quale motivo stia facendo di tutto per chiudere il gas. (anche a costo di ammettere una dipendenza tremenda dalle turbine Siemens). 

Il problema e' che non puo' gestire, forse nemmeno politicamente, il collasso di 25 battaglioni tattici abbandonati dietro al Dniepr. Se quello che penso e' vero lo vedremo, quindi, molto piu' minaccioso nei prossimi giorni.