UFO.

Sta spopolando la storia degli UFO, che gia' spopolo' durante la Guerra Fredda, e proprio questa "concidenza" dovrebbe invitare i giornalisti a "chiudere la fottuta ciabatta". Esiste un legame forte tra attivita' militari e UFO, mentre il legame si affievolisce molto quando si parla di attivita' divili ordinarie.

Se considerate per esempio che OGNI persona oggi ha una telecamera e una macchina fotografica addosso, considerando 300 milioni di americani e circa 283 navi della US Navy, dovrebbe esserci una proporzione di un milione di contatti civili per ogni nave che avvista un UFO.

Insomma, se parliamo di avvistamenti ottici, statisticamente i militari sono "un tantino" sovrarappresentati. E con una sproporzione di uno ad un milione, possiamo tranquillamente affermare che questi UFO preferiscano gironzolare attorno ad installazioni militari.

Per questa ragione, occorre anche chiedersi come mai questi avvistamenti aumentano di numero durante le "guerre fredde": ogni volta che tra due nazioni c'e' tensione (USA-URSS, USA-Cina, etc) il numero di UFO aumenta enormemente.

Partiamo dall'inizio: il radar. Il radar NON e' uno strumento perfetto che fornisce una visione precisa su una banda larga. E' uno strumento alquanto imperfetto, che risente di molte condizioni al contorno, che contiene una circuitazione disegnata per rimuovere il segnali "falsi" (altrimenti sarebbe facilissimo da disturbare) e si focalizza su un insieme di segnali "sicuro".

Cosa significa? Significa che se sai che nessuno usa piu' il Fokker, non ti interessa tantissimo che il tuo radar ti consenta di vederlo. Si, un radar preciso probabilmente lo avvista, ma non e' voluto. E un sistema missilistico, per esempio, potrebbe anche ripulire il segnale in modo che nessuno possa usare un Fokker per sviare un missile Aria-Aria dal bersaglio vero.

Cosa significa? Significa che i radar sono strumenti specializzati e non generici (come l'occhio umano) e significa che e' possibile, deviando enormemente dalle specifiche dei radar, costruire veicoli che non sono visibili, o vengono "rimossi" dalla stessa circuitazione perche' scambiati per disturbi. Di tutto questo si occupano i reparti di guerra elettronica.

Di conseguenza, durante le guerre fredde si sviluppano speciali aereoplani , o velivoli, che sono completamente fuori dalle specifiche dei radar. In generale, gli UFO sono caratterizzati da:

  • caratteristiche avioniche considerate impossibili o irrealizzabili
  • forme e profili che non sono conosciuti come armamento di un paese
  • traiettorie o posizioni considerate irrealizzabili.

Bene. Parliamo del Lockheed SR-71.

Questo areo ha caratteristiche che TUTT'OGGI non sono comuni a nessun altro apparecchio.

Siamo nel 1966, e vi trovate sul radar un coso che:

  • vola ad altitudini che nessun altro aereo riesce a raggiungere.
  • ha velocita' , anche a quelle altitudini, che nessun altro aereo raggiunge.
  • e' parzialmente stealth, e quindi il vostro radar lo percepisce come un disco grande quanto un piatto da servizio.

Quello che farete se siete il primo a vederne uno, e' di dire "questa roba e' sicuramente aliena". E nel 1966, vi avrebbe creduto il 99.99% della popolazione esperta di aviazione. E a tutt'oggi, un oggetto del genere supera in prestazioni molti aerei militari moderni.

Perche' fu fatta una cosa cosi' stravagante?

Perche', appunto, nessun radar  fatto per combattere aerei era stato disegnato per cercare un coso del genere a quell'altezza e a quella velocita': lo vedevano i radar fatti per intercettare i missili intercontinentali, che pero' non riuscivano a capire la sua traiettoria che non era prevedibile usando quanto si sapeva dei missili.

Del resto, durante i primi voli degli aerei spia U2, i russi videro sui radar un oggetto a 20.000 metri. Diversi U2 avevano fotografato che i russi avevano alzato degli intercettori (dunque li avevano visti nonostante l'Altitudine) Il guaio e' che non avevano intercettori capaci di arrivare li'. Quando li ebbero, l'aereo fu abbattuto, ma fino a quel momento l' U2 era una specie di fantasma. Se sul radar vedete un puntino a 20.000 metri, e non avete mai visto un aereo di quella dimensione e velocita' a quell'altezza, non sapete di preciso cosa sia fin quando non avete inviato qualcuno a guardarlo da vicino.

Qui c'e' il punto:

qualsiasi veicolo fatto per aggirare o eludere i sistemi di avvistamento ed intercettazione avversari apparira' come tecnologia aliena. Per le prime volte.

Perche'? Perche' ovviamente avra' caratteristiche che i progettisti di radar e sistemi di intercettazione non avevano considerato. Non le consideravano possibili . E se e' impossibile su questo pianeta, deve venire da un'altro. Perche' inizialmente i sovietici NON avevano intercettori capaci di abbattere l' U2? Eh, perche' si considerava impossibile che un aereo cosi' grande viaggiasse a quell'altezza per tutto quel tempo.

Ma al primo "UFO", poi il secondo "UFO", poi il terzo, ad un certo punto i sovietici si attrezzano e cominciano a fare missili ed aerei capaci di colpirlo.  Ma per le prime volte, parliamo di UFO. Poi se diventano tanti , allora cominciamo a pensare a come abbattarli perche' agli UFO ci crediamo fino ad un certo punto.

Chiaramente, ora che sta nascendo una nuova guerra fredda, questo genere di avvistamenti aumentera'. E' ovvio che i cinesi cercheranno di bucare le difese americane usando velivoli dalle caratteristiche che esulano dalla progettazione dei sistemi radar e dei sistemi di intercettazione.

Un capitolo interessante e' che l'uso della AI nelle forze armate ha sia vantaggi che svantaggi. Supponiamo pure di aver addestrato un missile per inseguire un aereo. Il missile ha una telecamera ottica che segue l'aereo. Bene. Anzi, andiamo sul concreto.

Abbiamo un sistema di tiro per la difesa delle navi, che se un missile (vedi alla voce exocet) viaggia vicino alla superficie del mare gli spara addosso. Classico OTO-Melara, best seller per un decennio buono, eccetera. Ma il nostro eroe quando punta il radar sulla superficie del mare ha un problema: vede DUE missili. Il missile e il riflesso del missile sull'acqua. Come facciamo?

Beh, aggiungiamo un puntatore ottico e ci mettiamo una IA che escluda il riflesso. Ottimo. Ma che succede se il missile si maschera da "riflesso" o non e' riconoscibile come tale? Eh, potrebbe succedere che l'efficacia scenda al 50%. Morale: al nemico conviene fare un missile che somigli al suo riflesso, oppure a qualcosa che il sistema ottico NON identifica come riflesso.

Per esempio, se il mio missile avesse come riflesso la faccia di paperino, il nostro otomelara lo riconoscerebbe come riflesso di un missile, o concluderebbe che non avendo riflesso il missile non esiste? Uhm. Domanda interessante.

E' una domanda interessante perche' dobbiamo chiederci se il nostro Vulkan sparerebbe sulla faccia di Paperino. Se la risposta e' "no", allora dobbiamo chiederci se al nemico non conviene costruire armi con la faccia di Paperino.

Questo UFO ha la forma di un uccello. Domanda: i radar che vedono un uccello lo rappresentano o lo cancellano dallo schermo? Se lo filtrano, qualcuno costruira' un veicolo a forma di piccione.

Ricapitoliamo:

  • USA e Cina sono in guerra fredda. Entrambi sono capaci di costruire tecnologie allo stato dell'arte.
  • Siamo nell'era dei droni, senza pilota. Le accelerazioni pazzesche e le curve assurde NON sono piu' un problema.
  • Siamo nell'era della AI ottica: quindi anche l'aspetto stravagante di un velivolo puo' , di fronte ad una AI non addestrata a quella forma, essere un vantaggio.

E' quindi prevedibile che nei prossimi anni la quantita' di UFO "dal comportamento inspiegabile con le tecnologie note" aumentera' enormemente.

Ma gli alieni non c'entrano.

Trovo evidentemente inutile l'eccitazione a riguardo.

Loweel

Loweel