Come un lupo annuso l'aria....

Si ripetono periodicamente, su vari giornali di sinistra, degli "appelli" di intellettuali, tipo Natalia Aspesi ( non saprei nemmeno come definirla, ma credo lei si definisca in questo modo) secondo i quali "gli uomini devono scendere in piazza" contro il femminicidio.

Mi riferisco a porcherie del genere, che leggo spesso:

Uomini, scendete in piazza! [di Natalia Aspesi]
QUESTIONI (NON SOLO) DI CUORE: Ogni settimana Natalia Aspesi risponde ai lettori del Venerdì Anche i maschi devono schierarsi contro la violenza s…

Onestamente, ci saranno quei maschi che scenderanno in piazza. C'e' sempre qualcuno che accetta questo genere di cose (un tempo dicevamo a quelli come loro "oh, facci sapere se funziona!"), e sappiamo che ci furono musulmani che scesero in piazza contro il terrorismo.

Ma la domanda e': ha senso chiederlo? Dopo l' 11 settembre si chiese a tutta la comunita' islamica di scendere in piazza , quasi per mostrare che loro non c'entravano nulla, o perche' era stata loro affibbiata l'etichetta di terroristi e veniva, molto generosamente, offerto loro di liberarsene. Potevano "sdoganarsi".

E' del tutto ovvio che la richiesta sia irricevibile. Ed e' irricevibile per diversi motivi.

Innanzitutto, il femminicidio e' un crimine. E' commesso in gran parte da maschi, e' vero, ma esiste una gigantesca differenza tra condizioni necessarie e condizioni sufficienti. Per esempio, la maggioranza delle violenze sui bambini e' commessa dalla madre, ma non chiediamo loro di scendere in piazza.

Cosi' come non chiediamo di scendere in piazza agli immigrati per i crimini degli immigrati, eccetera. O meglio, c'e' chi lo chiede. La Meloni, per esempio.

E il motivo e' semplice: scendere in piazza per togliersi l'etichetta di assassino richiede per prima cosa di averla addosso. Quindi mi viene chiesto di avere un ruolo nel fenomeno, per poi "risarcire" le donne scendendo in piazza, come se avessi qualcosa di cui farmi perdonare a quel capitolo.

Ma io non ho NULLA di cui farmi perdonare, al capitolo "femminicidio", "stupro" o "violenza sulle donne".

Ma c'e' un secondo punto che , ovviamente , mi tiene lontano da quelle piazze.

whatever

Se hai (almeno psicologicamente) piu' di 15 anni, fiutare una trappola non e' difficilissimo. Almeno, non questo tipo di trappola. C'e' nell'aria l'odore dell'odio.

Anni ed anni fa, quando il leader della Lega era Umberto Bossi, i leghisti accolsero un caldo invito a tutte le forze costituzionali ad unirsi alle celebrazioni per il 25 aprile. Furono coperti di sputi, fischi e lanci di oggetti vari.

http://corleone.blogautore.espresso.repubblica.it/2019/04/24/quel-25-aprile-in-cui-salvai-umberto-bossi-e-oggi/

In pratica, per poco non li linciavano. Perche' a parole quella manifestazione era per la Repubblica, ma nei fatti era piena di gente che voleva menare le mani. La liberazione era solo una foglia di fico per l'odio.

E si, certo, il Corleone della situazione, della cui sinistrita' , o sinistrezza, nessuno dubitava si mise li' perche' se la Lega fosse stata cacciata a sputi e calci dal corteo, la festa della Liberazione sarebbe apparsa chiaramente per quello che era: la festa di una sola fazione, di mezza democrazia. E nemmeno , probabilmente, di quella migliore.

E quando annuso l'aria, sento l'odore dell'odio. Non ci saranno solo, come si dice spesso, l'attivismo di madri, sorelle, figlie. Ci saranno anche queste qui:

"and destroy the male sex"

So che ora mi si verra' a raccontare che e' solo un libro. Anche Mein Kampf e' un libro. Ma era piu' che sufficiente a spiegare chi fossero i nazisti. Lo stesso vale per questo libro.

Se andassi in piazza ci troverei queste. Oh, forse qualche altra Corleone si offrirebbe di proteggere, altre forse di "Sdoganare".

Problema: io non voglio essere "sdoganato". Non ho nessuna dogana da superare. Sono un cittadino a tutti gli effetti e ho la stessa dignita' di qualsiasi altro. Non ho alcuna intenzione di andare a prendere sputi e fischi solo perche' qualcuno crede di avere il POTERE di sdoganare.

Non so perche' negli anni '90 Bossi volle andare alla festa della liberazione. Dopo gli sputi e i fischi, non lo fecero  piu'. Cosi' come per la Moratti. Ma io non sono Bossi, e non sono la Moratti. E non ho intenzione di venirmi a prendere sputi e fischi che non merito.

Mi spiace.

Cara Aspesi, in quelle piazze non mi vedra' mai: annuso l'aria, e sento l'odore dell'odio.

E i lupi, specialmente quelli vecchi, sanno sopravvivere.

Saxon: Innocence is no excuse.
Loweel

Loweel