Perche' gli USA vogliono la guerra.

Quando dico che sono Putin e gli USA a volere una guerra (bene o meglio anche se nucleare) in Europa, la domanda che mi si pone spesso e': ma perche'? Le ragioni sono molto semplici, e risiedono nella storia degli USA.

Prima della seconda guerra mondiale gli USA erano stati in grado di esercitare una piccola influenza sull' Europa, come per esempio l'invio di diversi battaglioni. Sulla loro efficacia si sa poco, nel senso che hanno rimpolpato in numeri ma non hanno fatto molto di piu'.

La trasformazione di un paese influente ma tutto sommato lontano nel centro del mondo e' avvenuta con la seconda querra mondiale. Ma non sono stati gli eventi bellici a fare il lavoro. Sono stati quelli economici. Il processo di creazione degli USA come li conosciamo e' stato:

  • un'europa in macerie aveva bisogno di essere ricostruita. Col piano Marshall si finanziava la ricostruzione, ma non esistendo industria, praticamente erano le industrie americane a venderci tutto.
  • da un'europa in macerie partirono tutti, o quasi, i grandi cervelli del periodo. Non devo solo citare Einstein o Von Braun. Ci fu una diaspora terribile di tecnici e scienziati, per cui ogni invenzione degna di nota nel dopoguerra avvenne negli USA.
  • i consumi europei non erano altro che consumi americani, visto che erano gli USA la fabbrica dell'europa. Si trovavano prodotti americani nei supermercati fino ai primi anni '80.

Ma la cosa duro' poco. Gia' negli anni 70 la ricostruzione era finita, gli apparati industriali e gli apparati di servizi erano pronti, e col boom degli anni '80 gli USA cominciarono ad importare dall' Europa piu' di quanto esportassero. L'industria americana non sapeva competere. Il cibo americano veniva rifiutato dai mercati europei (ricordate la carne "montana", cioe' lo "spam"?) , le norme si facevano sempre piu' stringenti, e l'unione europea cominciava a trasformare l' Europa in una fortezza commerciale.

La fuga dei cervelli si e' ridotta: se dall' Italia si emigra ancora molto negli USA, dal resto d'Europa il contributo e' sempre piu' piccolo. Come se non bastasse, il costo delle universita' americane consente l'accesso all' 1% dei privilegiati americani, per gli altri c'e' il gigantesco debito studentesco, che sfiora 1,3 TRILIARDI di dollari.

Gli USA si resero conto li' che la spinta europea si era esaurita, e si rivolsero verso la Cina. Loro finanziavano la crescita cinese, e meta' degli utli gli rimanevano in tasca, anche sotto forma di lavoro a buon mercato.

La cosa ha funzionato per un trentennio, ma poi gli USA hanno notato due cose:

  • verso la cina esiste una via di terra che parte dall' Europa e arriva in Cina passando per la Russia. E gli europei la usano, eccome.
  • quando gli europei entrano in gara, per gli USA si mette male. Perde la loro industria alimentare contro Italia, Spagna, Francia, perde la loro industria automobilistica contro Germania, Francia e UK, gli unici settori ove dominano sono i cellulari. L'europa ha troppe specialita' verticali per competere usando solo la mera economia di scala.
  • la Cina ha un governo e non e' molto d'accordo col lasciare gli USA a fare il bello e il cattivo tempo. E questo crea una contesa notevole sul Pacifico. Contesa che non esiste sulle vie di terra.
  • gli studenti cinesi in USA non sono piu' di gran qualita', ormai ci vanno praticamente solo i brocchi. La Cina si e' fatta universita' di primo ordine.
Trans-Eurasia Logistics - Wikipedia

A quel punto gli USA hanno abbandonato l'idea di usare la crescita di uno stato per fare soldi. Adesso potrebbero andare, che so, in India, o in Brasile, o in Nigeria, e creare lo stesso boom che c'e' stato in Cina. Ma il rischio e' che si crei, di nuovo, una potenza antagonista marittima.

La stagnazione americana e' sotto gli occhi di tutti. Gli USA hanno bisogno urgente che:

  1. qualcuno compri i loro prodotti su scala enorme. Agricoltura, siderurgia, macchine utensili, automoboli, il massimo che hanno saputo fare e' Tesla, che pur essendo l'azienda piu' finanziata del mondo riesce a vendere non piu' di un milione di auto/anno. Un gruppo europeo ne vende 15. E ce ne sono diversi.
  2. qualcuno mandi li' i loro cervelli. Gli americani non sono decisamente piu' quelli che inventano cose, per la semplice ragione che a farlo erano sempre cervelli importati dall'estero.
  3. qualcuno dipenda dalla loro finanza. Ormai le incursioni di gruppi americani sono osteggiate sia in EU che in Cina, che ovunque. La loro logica rapace e distruttrice di posti di lavoro e' nota.

Per fare questo, la loro storia gli offre un solo esempio valido: un'Europa in macerie.

E se la risposta vi sembra stupida, ricordate che tra gli storici che facevano i consulenti per la Casa Bianca c'era Luttwak. Si, proprio quell'imbecille li'.

Con l' Ukraina la questione e' davvero vantaggiosa: si spezza il collegamento terrestre via russia per via dell'inimicizia e le sanzioni, e in piu' se viene centrata una centrale nucleare e si produce una Chernobyl (aggravata dal fatto che intervenire e' impossibile per la guerra), l' Europa non potra' piu' vendere generi agricoli (i campi saranno radioattivi) e l'alimentare sara' fottuto, manderemo in USA i nostri figli se non altro per salvarli dalle radiazioni, e qualcuno dovra' pur venderci il cibo e le medicine contro la contaminazione. L'economia ovviamente finirebbe in ginocchio, e via dicendo.

La ragione e' semplice: se gli USA non riescono a riprodurre il miracolo del dopoguerra oppure la crescita cinese (ma senza governo cinese), affonderanno inesorabilmente nella loro mediocrita' gonfiata di steroidi.

Lostanno gia' facendo: ad un certo punto la CIna produce armi ipersoniche pericolosissime, e gli USA scoprono che tutta l' "innovazione" che hanno a disposizione serve a fare Tinder per il tuo gatto.

Hanno una societa' sull' orlo della guerra civile, e i loro giganti GAFAM, gli unici ove NON hanno concorrenza (almeno in Europa) non pagano praticamente tasse. Renault ha superato Tesla nelle vendite di auto elettriche nel 2021, e il gruppo VW idem. Nemmeno produrre un semidio pomposo e sopravvalutato e' servito a qualcosa.

I loro prodotti culturali hanno stufato e non si nota innovazione. Il piu' grande concerto Heavy Metal e' il Wacken in Germania. Il piu' grande concerto Rock del mondo e' Rock am Ring. (indico questi perche' e' roba che hanno inventato LORO) . La trasmissione musicale piu' seguita del mondo non sono piu' i Grammy, e' l' Eurofestival. Sono stati stracciati su ogni fronte. E ci sono sempre piu' film stranieri in gara per gli OScar, cui loro rispondono con l'ennesima saga di Star Wars e con qualche fumetto degli anni '80 rimasticato. Nella musica Pop paesi come la Corea del Sud li stanno stracciando: i giovani ormai ascoltano K-Pop. Nei fumetti ormai il genere manga dilaga. Sono i perdenti assoluti, in una mediocrita' creativa che prima veniva compensata solo dall'arrivo di cervelli freschi e montagne di soldi. Flusso si e' interrotto.

No, Musk non e' Von Braun. Von Braun non avrebbe mai fatto atterrare un missile in verticale quando a fianco c'e' il mare. Lo avrebbe fatto atterrare altrettanto dolcemente  in acqua e ci avrebbe messo dei palloni gonfiabili per tenerli a galla, come si fa coi siluri di prova dopo il test.

E non avrebbe mai pensato ad una scemenza come hyperloop, dove non esistono uscite di sicurezza , in caso di incendio i pompieri devono tagliare il tubo per entrare, paralizzando l'intera linea sino a quando il buco non e' chiuso e si puo' rifare il vuoto: non c'e' alcun bisogno del cazzo di tubo, quando se vuoi un treno a camminare nel vuoto , ed e' molto veloce hai gia' tutta una letteratura sulla fluidodinamica che ti consente di farlo muovere nel vuoto: nei fluidi incomprimibili e' cavitazione, in quelli comprimibili si chiama stallo.  

Ma poi, il vuoto attorno al treno e' davvero necessario? Alla fine dei conti, le ultime versioni della genialata non lo usano neppure per facilitare il movimento. Ma non e' neppure questo il punto. E' un sistema che nasce morto, ma la fantascienza dice il contrario, e Musk e' molto bravo a vendere fantascienza degli anni 60.

La misura della mediocrita' degli USA e' proprio quella dell'acclamato "genio" Elon Musk, che sta rivendendo la fantascienza degli anni '60 ad un pubblico di idioti alla ricerca di un dio , che e' ricco perche' e' un dio, ed e' dio perche' e' ricco.

Se volete creare un profeta, non dovete fare altro che finanziarlo.

Hanno un DISPERATO BISOGNO di un'altra "seconda guerra mondiale"; e l'unico posto ove il trucco ha funzionato e' l'Europa.

Se la Germania non ha intenzione di mandare armi in Ukraina, sapete perche'. E' chiaro che La seconda guerra mondiale qui non e' stata divertente.

E siccome un fallout nucleare metterebbe fuori mercato l'intero agroalimentare italiano, fareste bene a battere i pugni sul tavolo anche voi, detto come va detto. Perche' se i campi italiani diventano contaminati, le industrie italiane possono solo spostarsi dove ci sono tanti campi da coltivare e non sono contaminati.

E la spopolatissima campagna USA sara' felice di offrire spazio. Perche' lo spopolamento delle zone rurali e' un altro problema USA.

Loweel

Loweel