milo

Femminismo....

milo at

il femminismo moderno nasce come ricerca del potere.


Ogni lamentela delle femministe riguardo alla condizione femminile non nasce mai dalla misura della felicita' delle donne, ma dalla misura del loro potere. Secondo loro e' paritaria una societa' ove le donne hanno lo stesso potere degli uomini, anziche' una societa' ove le donne sono altrettanto soddisfatte.


Secondo loro, se costruissimo una societa' ove il 50% esatto del potere e' dato alle donne, al costo di renderle tutte infelici, essa sarebbe preferibile a quella attuale perche' piu' egualitaria.


Non vedo, nei loro studi, la misura del disagio o della soddisfazione o della felicita': misurano i paesi considerando solo reddito e posizione di potere. I casi sono due: o le femministe credono che le donne siano felici solo se potenti, oppure si tratta di un movimento politico qualsiasi, che mira solo al potere, in quanto movimento politico. Nella loro misura del gender gap lavorativo misurano solo la retribuzione, ma (solo per fare un esempio tra i tanti) non il rischio.


In generale, il 97% degli incidenti mortali sul lavoro avviene ad uomini. E lo stesso vale per gli incidenti invalidanti.


Questo significa che agli uomini sono assegnati tutti i lavori pericolosi. In poche parole, vite sacrificabili.


Volendo dirla tutta, questa disparita' di rischio sarebbe piu' che sufficiente a giustificare un gender gap anche superiore.


Lo stesso vale per ogni valutazione di valore: se misurassero bene la soddisfazione delle donne verso la loro vita, o se tentassero di misurare la felicita', potrebbero scoprire che le donne sono molto felici in posti che loro considerano "maschilisti", mentre nei luoghi ove le istanze paritarie sono piu' progredite, non sempre le cose stanno cosi'.


Ma loro, le furbette, misurano solo reddito e potere.


Chissa' a che cosa mirano.

Matteo Bechini, Sybarith likes this.