Das Böse Büro

La strada dell' ideologia conduce sempre al ridicolo.

Non so se vi capiti di parlare con quelle persone che sono vecchie, ma non nel senso anagrafico: quelli che sono vecchi come intendeva Lemmy quando diceva “If you think you are too old to rock’n’roll then you are”. Ecco, quelli li'. Quelli che “Marx aveva previsto tutto”.

Allora, un giorno degli anni '80 ero nella mia camera da adolescente e sulla mia boom machine da adolescente stavo ascoltando un disco dei Sepultura, se non ricordo male Schizophrenia. Era appena uscito ma ne parlavano tutti, e la ragione era che il disco apriva una frattura con quella merda temporizzata che gli Slayer avevano inventato (nulla di male, anzi) e che tutti imitavano (tutto di male).

Ok, allora io sono ad ascoltare la musica steso sul mio divano, e mio padre passa di li' per caso , si ferma sulla porta, ascolta un pochino, e poi dice

  • “Questa roba la facevano gia' i Rolling Stones ai tempi, ascolti roba vecchia”.

Ora, siccome ero “vagamente in conflitto” l'ho preso come una specie di gaslighting (era una tecnica molto in voga a casa mia) e non ci ho dato peso.

Ma in questi giorni sto cominciando a sentire molti di questi discorsi. Qualche giorno fa c'e' stato Augias che continua a spacciare dei libri che gia' Carlo Magno considerava obsoleti come “bussola per il futuro”, _e poi non sa difendersi da un palese caso di phishing.

Ma Augias e' anche abbastanza dignitoso, perche' almeno si erge ad oracolo di qualcosa che sa. Lui crede che nel Codice di Hammurabi sia descritta l' Intelligenza artificiale, e il problema e' che c'e' davvero: con un pochino di droga o di senilita' e' possibile aggiungere a delle tavolette di merda qualsiasi significato. Secondo me erano solo piastrelle del bagno, per dire, ma se loro pensano che ci siano scritte delle cose, chi sono io per renderli infelici? Del resto, ogni autogrill ci insegna che le piastrelle del bagno nascondono SEMPRE scritte davvero difficili da interpretare. I babilonesi non furono certo il primo popolo a scrivere sulle piastrelle del bagno, voglio dire: potrebbe essere vero che un avvocato cui piaceva succhiare cazzi avesse scritto sulle piastrelle dei bagni babilonesi tutto il corpus juris dell'epoca nei cessi dell'autogrill sull' Eufrate, e poi avesse aggiunto che gli piacciono cazzi on le vene e ci ha messo il suo numero di qualsiasistrazzodicosasiusasseaqueitempi. Gli avvocati sono strani, lo sappiamo.

Ma ripeto: quella di Augias non e' un'ideologia. Ed e' per questo che se Omero non parla di Phishing possiamo perdonarlo se crede che Omero sia la bussola per il futuro. Peraltro Ulisse non sembrava proprio un maestro del ritrovare la via di casa. (Omero descrive solo i Trojans, a volerla dire tutta, solo che “Hippos” era il nome di un tipo di nave usata per trasporto di truppe e non un cazzo di statua in legno di un cavallo.E non era nemmeno una nave di concezione greca, bensi' fenicia.)

Quelli che mi stanno su sono quelli ideologicizzati. Perche' penso, si, che l'ideologia sia la strada maestra verso il ridicolo. E quindi gli Augias Marxisti mi fanno un pochino ridere, per esempio.

Prendiamo per esempio quando, ad ogni crisi finanziaria, se ne escono con aria saccente, dicendo “Marx aveva previsto questo crollo”. Immaginate un dialogo di questo tipo. Siamo nel bel mezzo della crisi dei subprime, e arriva il marxista di turno, con aria saputa.


  • Marx aveva previsto tutto, come sempre. E' scritto nel capitale. Io l'ho letto. Per questo sono migliore di te.
  • intendi dire che hai comprato CDS due mesi fa e ora sei miliardario?
  • No, non intendo dire “previsto” in quel senso, pero'...
  • No, aspetta. L'italiano non e' una lingua straniera: “prevedere” significa che lo sapevi prima.
  • Beh, certo, lo sapeva anche Marx ai suoi tempi.
  • Ok. Quindi hai comprato CDS a strafottere e oggi possiedi un'isola tua, che so io il Giappone o l' Inghilterra, giusto?
  • No.
  • Aspetta, coso. Stai dicendo che tu SAPEVI di questi crolli, ma NON hai comprato neanche un CDS? Non hai venduto casa e tutto quello che avevi per comprare CDS e diventare triliardario?
  • Ehm... no.
  • Cioe', tu vivi in un buco di merda , trentacinque confortevoli metriquadri per una famiglia di sei persone, a Quarto Oggiaro ma a due passi dai mezzi, non sai come sfangare il finemese, potevi diventare straricco, e non lo hai fatto?
  • No, ma non e' che Marx proprio prevedesse-prevedesse, e' che quello che ha scritto prima o poi si avvera.
  • Quindi Marx e' un cazzo di oroscopo?
  • No, e' scienza pura, ma ti accorgi DOPO che aveva previsto tutto, tipo.
  • Ok, e' un oroscopo.

Voi mi chiederete che differenza faccia tra Augias il Senile e il Nevio Marxista della situazione. La differenza e' che Omero non ha mai detto cose tipo “l' Hippon e' il destino dell'umanita' postapocalittica , in un futuro dove i Trojan saranno programmi apparentemente innocui che contengono codice malizioso”. Ha solo descritto una cazzo di barca che i troiani hanno tirato in porto, senza controllare bene cosa ci fosse nella stiva.

Marx invece stava scrivendo un'ideologia, e quindi la strada doveva portare sempre al ridicolo. Per cui si metteva a fare oroscopi previsioni su fenomeni storici. da quel momento tutti i marxisti sembrano conoscere nei dettagli data, cause e orario di ogni crisi finanziaria, (nonche' dell' inevitabile crollo del capitalismo) tranne per il fatto che non comprano mai le azioni, i bond o i CDS che ci si aspetterebbe comprassero se sapessero DAVVERO quelle cose.

A loro diventare ricchi fa schifo.

Ma anche lasciando il Marxismo, ci sono moltissimi altri esempi, e per tornare ad Augias molti “acculturati” sono anche ideologizzati, per cui si coprono di ridicolo. Ho appena sentito dire che Sterling e Gibson avevano previsto TUTTO sul mondo moderno, per cui avevano previsto che Twitter avesse silenziato il presidente e “il ciberspazio” e tutto quanto. Per cui immagino un dialogo fatto cosi':


  • Gibson e Sterling avevano previsto tutto quello che sta succedendo. E io l'ho letto gia' quando usci'. Per questo sono migliore di te.
  • E quindi tu ora sei straricco perche' hai investito in azioni di Intel, Arm , Apple, Facebook, Google, giusto?
  • No, non sono straricco. Sto solo dicendo che chiunque (come me) avesse letto Gibson e Sterling decine di anni fa, sapeva come sarebbe andata.
  • Ok. Quindi hai comprato le azioni, perche' sapevi come sarebbe andata.
  • Ma no, nel senso che Gibson e Sterling non avevano parlato di date precise o dei nomi delle aziende. Era una cosa astratta , una riflessione.
  • Ok. Ma non ci vuole tanto a capire che se quello e' il futuro, appena si vede che Facebook sta decollando e' meglio comprare, no?
  • Beh, no. Cioe', tu sai che una cosa come facebook deve diventare un dominio globale, ma non e' che se vedi nascere facebook...
  • va avanti
  • Cioe', non sai che se vedi nascere facebook quello e' proprio la cosa come facebook che diventera' un dominio. E' solo identica, ma non e' che la riconosci.
  • oooook. Quindi, e' una specie di oroscopo, giusto?
  • Ma no. Le previsioni sono adatte , solo che escono come divertimento e al momento non ci dai peso. Dopo ti rendi conto che ci hanno preso, capito come?
  • Un oroscopo, appunto. Non ci credi nemmeno tu, ma poi dici “se solo gli avessi creduto”.

E qui viene il punto fondamentale. Perche' io ricordo ancora quell'episodio dei Sepultura. Ricordo quasi tutto della mia adolescenza. Quindi ricordo bene di quella volta che i Sepultura copiavano TUTTO dai Rolling Stones.

Cosi' a capodanno di quest'anno ho provato a fare un esperimento. Siccome le due ragazze di casa amano il K-Pop , e a capodanno hanno passato il pomeriggio a guardare il capodanno coreano (in pratica tutti i gruppi suonavano in streaming e hanno venduto 30 milioni di biglietti per questa cosa) , prima dell'inizio mi sono messo di fronte a loro, ho tirato un profondo sospiro, e ho detto:

  • ma voi lo sapete che i Sigue Sigue Sputnik hanno inventato tutta questa roba nel 1983, vero?

Mi hanno guardato, ma siccome a casa mia non va di moda il gaslighting, la reazione non e' stata ostile. Una delle due ragazze mi ha offerto una lattina di “Monster”, e via. E poi si sono rimesse a guardare lo show.

Che cosa mi dice questo?

mi dice che nel passato non c'e' scritto il futuro. E neanche il presente.

Nessuno e' speciale perche' ha letto un libro prima degli altri. Nessuno capisce di piu' il futuro perche' ha letto Omero. Nessuno ha i superpoteri perche' sa chi fosse Lullo.

E chi afferma il contrario sta percorrendo, a grandissima velocita', l'autostrada che porta il ridicolo.

E se non ci credete, ricordate una cosa: il Punk lo ha inventato Carlo Magno.

Nel celebre libro “il Gattopardo”, un certo Tancredi pronuncia la frase “ Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”, per indicare il fatto che in un mondo instabile, per rimanere stabili occorra adattarsi alle condizioni incombenti, come rivoluzioni o cambiamenti culturali.

Ho avuto qualche minuto per leggere della composizione del “nuovo” governo del Dragopardo, e ho visto chiaramente uno dei migliori esempi di questa enunciazione.

Per prima cosa occorre capire quale sia l' emergenza che sta dietro a questo governo. Perche' il bisogno di “rifare tutto” non si spiega con l'arrivo di soldi. Manca l'emergenza, nel senso che non e' stata spiegata al pubblico. Sono riuscito a pensare ad un solo modello che spiega TUTTO quello che e' successo.

Allora, l'emergenza si chiama “debito pubblico italiano al 160% del PIL, e PIL in crollo, e la BCE che ha gia' respinto due attacchi speculativi sul debito”.(la parte che non vi hanno detto). E' il prezzo degli ultimi due governi, sia chiaro: e' vero che la pandemia ha pompato molto, ma la situazione era gia' grave prima.

A questo punto, poiche' da un debito pubblico del 160% non si esce se non al prezzo di una ricetta “greca”, che e' peraltro irrealizzabile in Italia, la BCE sa di dover continuare con la sua politica almeno per un decennio. Ha quindi posto una condizione: continuiamo a sostenere questa posizione SOLO se c'e' qualcuno dei nostri al potere in Italia. Quindi, uno della BCE deve essere Primo Ministro o Presidente della Repubblica.

Ma all'Italia un commissariamento vero e proprio non va giu' facilmente. Allora i sovranisti dicono di no, come Di Maio che non usa il MES. Mi riferisco ad un dialogo tra la Lagarde e Salvini, che alcuni funzionari di Bruxelles hanno lasciato trapelare (se puo' farlo Repubblica, posso anch'io).


  • noi della BCE continuiamo a sostenervi solo se c'e' un adulto uno dei nostri uomini al potere. Altrimenti ciccia.
  • noi sovranisti non accetteremo MAI! Piuttosto usciamo dell' Europa.
  • fatelo pure, cosi' vi compriamo a due soldi pure le sorelle e le mogli , e sul disastro finanziario verremo a fare turismo sessuale alle bambine lombarde.
  • uhm. Maaaaah... proprio tutte le bambine? Proprio tutte tutte?
  • no, rimarrete in debito con noi di alcuni milioni di bambine. E una fidejussione sui primogeniti.
  • gulp. Si, vabe', “scegliamo” la prima strategia. Ewwiwa l'uomo della BCE!!! Pero' c'e' un problema che noi sovranisti non sappiamo come risolvere...
  • come se aveste mai saputo risolvere un problema prima. Sentiamo, frullato di emorroidi bovine, quale problema sarebbe?
  • sarebbe che nelle condizioni attuali se diciamo che la BCE viene a commissariarci, la gente va in strada coi forconi, e non li controlliamo neppure noi.
  • tutto qui, mister arbre magique all'odore di prepuzio 2020?
  • beh, mi sembra un problema grave...
  • ascoltami, detergente intimo per ippopotami, ti dico quello che farete se non volete che i mercati vi si inculino cosi' forte da far sanguinare le vostre nonne dentro le tombe: metterete quello che vi diremo noi al potere, e attorno a lui costruirete un profilattico di idioti , gente familiare, che faccia credere che gli italiani abbiano in mano la situazione. Avete ancora Cicciolina da qualche parte, vero?
  • Per Cicciolina possiamo chiedere, ma... chi sarebbe questo uomo che dobbiamo mettere al potere?
  • Mario Draghi.
  • Minchia, e meno male che dovevamo far credere agli italiani di avere in mano la situazione! Cosi' non si vede che ci avete commissariati, eh? Ma non ne avete un altro da offrire?
  • Potete scegliere tra lui, il Dottor Mengele di Rewe (scongelato al microonde), e Korgull lo Sterminatore(*), cari tarzanelli subatomici dallo stato quantico calabrese.
  • gulp. Questo Draghi ci sembra una brava persona. Ci sembra fattibile.
  • Ovvio che sia fattibile, mister crema di intestino retto: e' un NOSTRO piano, ricordi?
  • Ehm... vero. Ma a proposito di piani, questa e' una toppa che durera' solo un anno, forse due....
  • Chiudi la ciabatta, pompa idraulica di smegma : abbiamo pensato anche a questo. Alla prima elezione del presidente della Repubblica, Draghi si prende la sua bella promozione e siamo a posto per sette anni. Lo vedi come e' semplice per noi risolvere i vostri “problemi”, mister dildo per facoceri?
  • Magia pura come al solito, o Divina Signora dei Dane'. Ci complimentiamo umilmente per il vostro genio. Dovremo darvi del Voi, vero?
  • A me dovete dare del Coloro, come minimo. E non ho ancora finito qui: voi badilate di merda su un muro bianco , cioe' la Lega, farete domanda per entrare nel PPE, cioe' nel partito della Merkel. La donna che ha cambiato il concetto di Eleganza in Europa. Siete gia' eccitati, vero?
  • occazz.. ehm. Si, tantissimo, davvero. Ha dei glutei ammirevoli: si vede che fa Zumba. Altri ordini, Sua Infinita Comandantita'?
  • No, per ora basta, caro enciclopedia di scopini per il cesso. Congedati pure.
  • Conged...ma io il militare l'ho...
  • Significa che devi toglierti dalle palle, elicottero di minchie!

Ovviamente, questa cosa e' esagerata perche' Madame Lagarde ha gusti musicali piu' raffinati e non ascolta certo Avangarde-Metal , ma tutto il resto e' piuttosto accurato e logico. Ah, no, il Dottor Mengele surgelato non e' di Rewe, e' di “Real-”. Bisogna essere accurati.

E cosi' adesso arriva il Dragopardo, che fa un governo cosi':

  1. Il DragoPardo stesso, che poi ascendera' a Presidente della Repubblica e continuera' a commissariare il paese.
  2. Una accozzaglia di qualsiasi personaggio di cui gli italiani (specialmente i vecchi) abbiano sentito parlare, dalla Gelmini a Colao , compreso Brunetta, la Carfagna, Di Maio, e Orlando del PD. (forse forse, Mengele non era proprio... vabe').

Cicciolina si sta riscaldando in panchina.

In sostanza, la narrativa del “Nuovo” non sta in piedi. Non puoi fare il “Nuovo” quando a fare i ministri metti tutti quelli... che hanno costruito il vecchio. Per fare un confronto il governo Monti ha portato personaggi nuovi al potere , come la Fornero che non si era mai vista prima : ma il governo Monti era li' per evitare disperatamente che le ultime difese cedessero, mentre Draghi e' li' dopo che i bastioni sono andati in briciole. E' li' per la resa.

il “Nuovo” e' costituito da tutto cio' che ha messo in piedi il vecchio.

Ed e' per questo che mi richiamo al Gattopardo. Perche' dietro tutto il can-can del nuovo che arriva, del competente che adesso rimette a posto tutti (se riesce a trovare la bandiera italiana alle cerimonie senza l'aiuto della Marina) , del “governo di alto profilo” di Manzotina Memoria, tutto quello che si vede e':

  • un'incredibile sopravvalutazione politica di Forza Italia, con una rappresentanza esagerata di personaggi che in passato hanno portato i giornali a scrivere “Fate Presto!”.
  • una rappresentanza di M5S (e Lega, che pure non partecipa al governo).
  • I capicorrente del PD.
  • Renzi ritira la marchetta e si prende la ministra della famiglia.
  • Il commercialista della Lega, Giorgetti, come ministro dello sviluppo economico. (no, non e' uno scherzo). Una leghista anche alle disabilita', che i celerini dovranno pur esercitarsi al manganello su qualcuno.
  • Come se non bastasse, a corollario la Meloni e Salvini si prendono il Copasir perche' sono all'opposizione. In teoria anche la Lega, che pero' ha i ministri. Ma e' all'opposizione. Se vi esplode una stazione ferroviaria verso le dieci, sapete perche'.

Ma sapete che quasi quasi il Dottor Mengele surgelato di Real- non era poi da disprezzare? C'era anche il 3x2, a volerla dire tutta.

Questo panorama da disastro ferroviario e' tutto quello che resta dei vostri sogni di un “governo dei competenti”, di un “governo di alto profilo”? Sul serio?

Certo, ai finanzieri della borsa fa piacere che lo spread si sia abbassato (devono anche trovare 1.7 miliardi da dare a Montepaschi, cioe' l' Alitalia delle banche) , e quindi i giornali di Elkann festeggiano, ma siamo davvero sicuri di cosa sia un “alto profilo”?

D'altro canto dopo aver visto Giggino come leader politico e aver affrontato una pandemia avendo al governo un partito che non crede nei vaccini , puo' sembrare che questo governo sia “di alto profilo”. Bisogna ammettere che una famiglia di formichieri in acido avrebbe prodotto la stessa, rassicurante sensazione di essere in mani migliori di prima.

Per cui , dal mio punto di vista ora comincia il popcorn time: vedere come faranno a farvi digerire anche questa. Da ora in poi ogni lettura dei giornali italiani sara' semplicemente divertimento. Ormai si e' passato quel “punto di inversione”, il momento in cui le forze si invertono e si ottiene Un condensato do Bose-Einstein un universo nel quale la satira dice , sul potere, cose piu' serie di quell che dicono gli organi del potere.

E quando i buffoni sembrano persone serie, non c'e' nulla da fare. La Dissonanza cognitiva e' ormai una condizione normale, e i giornali servono solo a farsi due risate.

E ricordate: siete ancora in tempo per il 3x2 da Real-.

(*) Secondo alcuni musicisti canadesi chiamati “Voivod” e' esistita dalle parti della Croazia una popolazione cosi' barbara che si e' estinta per auto-cannibalismo. Dopo lo stupro. Al termine dell'impalazione. Che e' seguita alla battaglia. Combattuta contro qualsiasi cosa camminasse. A colpi di aratri di ghisa sul cranio. E questo Korgull era il capo. Tutto e' descritto in un pregiato lavoro accademico, un album apotropaico ed itifallico dal titolo “rrröööaaarrr”. Godete, troie: su questo blog si fa cultura.

In tutto il dibattito sulle responsabilita' dei social network, viene sempre lasciato fuori un attore. Gli utenti. Ok, su Facebook succede questo e quello. facebook raccoglie quei dati e quegli altri dati. Avete ragione.

Ma ora facciamoci una domanda: Facebook sarebbe uguale se gli utenti si comportassero diversamente? Sarebbe possibile fare tutto, ma proprio tutto quello che gli contestiamo, se gli utenti si comportassero diversamente? Se mettessero le pecette alle fotografie che ritraggono altri, anziche' “taggarli”, sarebbe la stessa cosa?

Ma andiamo indietro. Perche' non si comportano diversamente?

Prendiamo come esempio il cosiddetto fediverso. Si tratta di un social network che si basa , come per le reti di BBS, su una rete di pod, di “istanze”, ognuna col proprio moderatore che ne detta la policy. Le istanze poi si comportano come se fossero un unico spazio, con molti punti di ingresso diversi a seconda di dove facciate il vostro account.

Potete far girare il vostro pod, la vostra istanza, o se non sapete fare potete semplicemente andare su un cloud e con pochi euro/mese far girare la vostra istanza ed eccovi nel mondo dei sysop.

Bene. Cosa succede? Come evolve la cosa?

  • gli utenti si ammassano sulla piattaforma piu' famosa, “mastodon”, al punto che spesso dicono “su mastodon” anziche' “sul fediverso”. Nulla di male? Peccato che questa tendenza a “correre in aiuto al vincitore”, o se preferite questa spasmodica ricerca del mainstream, e' esattamente cio' che ha reso Facebook dominante. Siamo proprio sicuri che gli utenti non c'entrino qualcosa?

  • anche nella scelta dell'istanza mastodon da usare, si accentrano su istanze enormi, che presto collassano per i costi di tanti utenti. Piu' le istanze sono grandi, piu' sono attraenti. Size matters. Ma anche questa spasmodica ricerca del mainstream e' esattamente cio' che ha reso Facebook dominante. Quindi ripeto: gli utenti sono innocenti?

  • a livello di “martketing” dei pod, delle istanze, funziona esattamente allo stesso modo. E questo vale anche per i sysadmin. Un'istanza e' addirittura riuscita a crearsi un brand, dicendo di essere “l'Istanza Italiana di Mastodon”, unendo il mainstream del marchio “mastodon” al mainstream di essere LA istanza italiana di Mastodon, e non “una delle”. Anche questo marketing e' esattamente cio' che ha reso Facebook dominante. Quindi ripeto: gli utenti sono innocenti? E i sysadmin?

Queste tre domande sono interessanti, perche' alla fine dobbiamo chiederci: ma poteva andare diversamente? Poteva finire diversamente , senza un monopolio, dal momento che gli utenti non sembrano desiderare altro che un monopolio?

Personalmente, ne dubito. Le mie attenzioni sono rivolte al fediverso perche':

  • nessuno ha abbastanza soldi da pagare istanze delle stesse dimensioni di quelle di Facebook o Twitter. Anche se qualche azienda entrasse nel gioco, potra' diventare grande ma non COSI' grande.

  • anche se fosse, ci saranno sempre tantissimi altri pod ove andare, una volta che si scopra di essere bannati da queste grandi istanze.

  • e se proprio fosse un'emergenza, si potrebbe anche valutare l'idea di far girare un'istanza.

  • in ogni caso le istanze soffriranno di una certa mortalita', causando la sparizione di dati. Le logiche commerciali sono impossibili, a maggior ragione perche' il sysop puo' anche bannare alcune parole, o modificarle.

Di conseguenza, so benissimo che esistera' sempre un'aristocrazia capace di costruirsi il proprio quartiere, o come dicono gli americani, la propria “Gated Community”. E se c'e' un'aristocrazia, il giochino di Facebook il Grande Livellatore non funziona.

Ma questi sono i meriti del fediverso come tecnologia: la domanda rimane aperta. Facebook poteva essere diverso, nel momento che sembra essere cio' che tutti vogliono, in nome del Dio Tutti?

Perche' questa domanda e' cosi' importante? Perche' il regolatore che si chiede cosa fare contro lo strapotere di Facebook commette, a mio avviso , un errore importante: considerare gli utenti come se fossero vittime di quel sistema, anziche' considerarle complici di quel sistema.

La differenza e' semplice: supponiamo pure che le nuove leggi europee riescano a porre un limite allo strapotere di Facebook, limitando la raccolta dati. Ok. Privato di una parte del reddito, Facebook dovra' reagire. Cosa fara'?

cosa c'e' , dopo l'indebolimento di Facebook?

Supponiamo, per estremo, che scompaia. E dopo? Come si comporteranno gli utenti? Cosa garantisce che non vadano da qualche altra parte, che si suppone NON essere uguale, quando e' plausibile che (con il loro comportamento) renderanno uguale a Facebook qualsiasi spazio scelgano? (no, non mi illudo che i fediverso cresca oltre a qualche decina di milioni di utenti. La stragrande maggioranza degli utenti di Facebook e Twitter non saprebbe come viverci).

Questo e' il punto.

Il regolatore continua a pensare a “porre dei limiti”a questi grandi enti, ma che cosa pensa di ottenere , qual'e' il piano?

  1. se queste nuove legislazioni non cambiano nulla, significa che Facebook fara' i soldi come prima con gli stessi metodi, e quindi trovera' il modo di aggirare le leggi.
  2. se viene davvero colpito nel core business, Facebook deve cambiare. Ma se parliamo di core business i cambiamenti saranno drastici. E dopo? Cosa ci sara'?

non dico che la UE dovrebbe farsi un social network, nel senso di buttar giu' un data center e operarne uno.

Ma potrebbe provare a disegnarne uno, a immaginare come dovrebbero essere dei social network “buoni e utili alla societa'”, e poi regolare (senza essere troppo stringenti) questo modus operandi.

Voglio dire che se voi con una SIM di Telecom Italia potete telefonare a persone di SFR in Francia, e' perche' i regolatori hanno immaginato cosa fa una telco, e per legge le hanno obbligate a parlare tra loro. Per esempio, dentro il territorio italiano le telco DEVONO PER LEGGE potersi passare i numeri di telefono tra loro (number portability): questo significa che il legislatore ha IMMAGINATO come dovrebbe funzionare una telco, e li ha obbligati a farlo.

Se immaginate che un account sia portabile da Twitter a Facebook o a Linkedin o a qualsiasi altra cosa e che gli utenti possano interagire tra loro usando server diversi, per dire, cosa che nel mondo delle telco e' gia' obbligatorio coi numeri di cellulare , gia' avremmo immaginato cosa sia un social network. Semplicemente imponendo queste due regole .

Ma il legislatore attuale non fa questo. Si limita a registrare gli abusi principali e vietare i comportamenti correlati. Ma questo non porta a nulla: con Facebook che vuole fare Facebook e gli utenti che vogliono costruire Facebook, questo non fara' altro che conservare Facebook.

Cosi' com'e'.

Per volonta' degli utenti, cioe' delle presunte “vittime” delle pratiche scorrette di Facebook.

Utente che, invece di essere una vittima, in realta' e' un complice .

Facebook non e' cattivo di suo. Lo disegnano cosi'. Chi?

Gli utenti.

Mentre Draghi si riscalda prima di entrare in campo (correndo sull'acqua, a quanto leggo) vedo che la stampa italiana si e' accorta degli Incel, di cui avevo gia' parlato. Ovviamente, siccome a qualcuno piacerebbe sbattere in manicomio quelli che non la pensano come si vuole, viene chiamata unA psicoterapeutA a spiegarci perche' sono malati di mente.

Ripeto, mi sono infiltrato in diversi di questi forum, come ho fatto con i MGTOW, per rendermi conto di cosa si parli anziche' leggere un articolo sul loro wiki, e non vedo le cose allo stesso modo.

Sicuramente gli “incel” sono pericolosi in termini statistici (parlai, credo, qualche anno fa di come i capelli rossi degli stragisti delle scuole americane abbiano un valore simbolico per gli incel), e ho gia' parlato del fatto che diventeranno sempre piu' violenti, e credo che sicuramente esagerino. Ma... esagerano cosa?

Cioe', se io dico che una pizza fa cosi' schifo che a mangiarla ti evochi l'Anticristo nel piloro, sto sicuramente esagerando. Ma sto esagerando il fatto che quella pizza non mi piace.

Allora, se gli incel esagerano... che cosa esagerano?

Gli incel hanno osservato alcuni fenomeni, li hanno estrapolati estremizzandoli , fino a costruire un'ideologia. Siccome OGNI ideologia e' la strada che porta al ridicolo, ovviamente hanno ottenuto una cosa che puo' essere derisa. Non che i comunisti , i fascisti o altri/e -isti siano migliori.

La loro ideologia dice che , essenzialmente, le donne scelgono tra tipi di uomini:

  • quelli ricchi. Qui si limitano ad estrapolare l'evidenza. Le “modelle” (cioe' donne giovani e belle) sono sovra-rappresentate tra le compagne/fidanzate di persone ricche e famose, se fate una festa voi arriveranno le vostre amiche dall'aspetto normale/medio, se fa una festa uno ricco arrivano container di modelle. E' innegabile che esista una differenza, e quindi e' innegabile che la prima scelta sia uno ricco. Sull'effetto afrodisiaco dei soldi credo che non ci sia bisogno di commenti.

  • quelli aggressivi e prepotenti. Gli incel in genere sono piuttosto giovani, e si basano sull'esperienza delle scuole superiori. E nelle scuole superiori americane (ma ora anche italiane ed europee, grazie a chi ha importato certi modelli) vige la cultura dell'umiliazione. Nella cultura dell'umiliazione l' “alfa” della situazione si erge sugli altri umiliandoli. Ebbene , e' vero che la prevalente maggioranza delle ragazze preferira' stare con quello bullo e prepotente , piuttosto che col ragazzo magari piu' studioso che pero' non e' cosi' “vincente”, cioe' aggressivo e prepotente. Non che le cose cambino dopo, visto che da “bullo” , con l'eta' queste donne cercano il “vincente”. (Che poi le ammazza di botte, ma questo e' l'odore del napalm al mattino, darling.)

  • quelli di bell'aspetto, ove il bell'aspetto e' ottimizzato se esibisce anche i tratti utili all'aggressivita' e alla prepotenza (muscoli) piu' i tratti della ricchezza (abbigliamento, palestra: negli USA sono piu' costosi) e alcuni tratti genetici che sembrano prevalenti tra le star e i ricchi (cranio dolicocefalo, spalle larghe, altezza ed altro). E' difficile affermare che succeda a questi “perche' sono attori”, dal momento che se gli attori sono una stima a campione della popolazione dovremo trovarci anche attori grassocci o bassi o brachicefali. Ma in realta' non succede, e i dolicocefali longotipi sono di gran lunga i piu' apprezzati.

Tutti questi fenomeni sono , sia chiaro, reali. Le prevalenze statistiche sono misurabilissime, sia quando cerchiamo tra gli attori, tra gli imprenditori di successo o tra aggressivi e prepotenti. Che ci sia una sovra-rappresenzazione di donne e modelle tra le mogli di uomini ricchi e non proprio avvenenti credo sia sotto gli occhi di tutti. Specialmente in una societa' ove la ricchezza e' concentrata in poche mani.

Il mondo incel chiama “chad”

billionaire

Fin qui siamo nel dominio dei fatti.

Il problema e' che loro hanno estrapolato questa statistica trasformandola in un “indice” che, partendo dalle caratteristiche fisiche ed economiche calcola la probabilita' di essere scelti da una donna. Concludendo che le loro possibilita' sono minime in partenza, e quindi tantovale rinunciare ed accettare il proprio destino.

l'incel, quindi ha usato dati reali per costruire un'estrapolazione , grazie alla quale ha dedotto di essere stato scartato, cioe' “disposable”.

E niente diventa piu' violento del maschio bianco che si ritiene sacrificabile. Perche' la sacrificabilita' ha una sua EPICA, e il maschio ha bisogno di una narrazione epica di se' per sostenere la propria autostima. E questa narrazione epica puo' diventare piu' importante della vita stessa.

UNa volta stabilito che e' sacrificabile, (ed e' il momento in cui potrebbe partire per una strage in una scuola, tanto non gli importa di morire) , l'incel deve pero' fare un passo avanti. Cioe' deve ammettere che soffre di questa situazione.

Ora, se vuoi una narrazione epica di te stesso, non puoi solo soffrire quanto uno sfigato qualsiasi. Deve come minimo esserci un drago che ti fa soffrire. Stai soffrendo, ma Sauron un persona ti ha trapassato con una lancia. Non stai soffrendo e basta.

Quindi, il mostro sono le donne.

Anche questa e' un'esagerazione. Ma bisogna sempre chiedersi “esagerazione di cosa?”.

Allora il nostro incel si presenta alla sua “date” (in america hanno istituzionalizzato questo modo di conoscersi) e siccome non ha il fisico di un culturista e magari e' grassoccio, questa gli ride in faccia e se ne va. Bene.

A quel punto che fai? Soffri. Ma soffri in particolar modo, perche' c'e' da dire che solo una piccola minoranza di donne sono modelle. Le altre usano trucchi piu' o meno cosmetici e un abbigliamento strategico. Cosi' il nostro incel soffre in un modo particolare: soffre per l'ingiustizia. E dice “ma come, io so benissimo che nella tua scala dei maschi “boni” io valgo 4. Ma anche tu vali 4 nella lista canonica delle “bone”, e io non ti ho ferita cosi', anzi mi piacevi anche”.

Questa seconda parte e' cruciale. La sensazione di giocare in una partita nella quale non solo non hai speranze sin dall'inizio di giocare in serie “a”, ma la serie “c” femminile acctta di giocare solo con la serie “a” maschile, e in piu' tu entri in campo con le mani legate. Perche' sia chiaro, se un maschio deride una ragazza dicendole che ha la cellulite e' un mostro. Body Shaming. Body positivity. Ma non viceversa.

Su un giornale femminile qualsiasi trovate scritto che ad un uomo basta un paio di calzini del colore sbagliato per un “no-go”. Interessante. Ma se un uomo dice che basta un abbinamento sbagliato nell'abbigliamento di una donna per mandarla a cagare, come minimo viene descritto come il CEO del patriarcato in persona.

Su queste realta' – non sto dicendo nulla che non possiate vedere ovunque – l'incel conclude questo: sto soffrendo perche' mi presento disarmato contro un mostro orrendo, crudele, sadico e maligno, cui e' dato un potere senza limiti e una sorta di invulnerabilita'. Capisci che se rimani trafitto dalla sua lancia, hai comunque scritto una pagina epica sui libri di storia.

Questa narrativa, quindi, gli consente di ammettere che sta soffrendo per l'astinenza, ma gli lascia l'autostima di una storia epica. Ha incrociato un mostro, cazzo. E' gia' tanto che sia vivo. E' ovvio che ne soffre. Sono ferite di battaglia.

Ma quello che ha passato e' vero.

l' incel vive in una realta' che non e' inventata, e' semplicemente esagerata. I fatti che presenta sono reali, la teoria che ne deriva e' un'estrapolazione all'estremo.

Questo lo rende molto piu' violento, perche' tutto cio' che vede ovunque concide con la sua narrazione dei fatti. Mi viene da ridere a leggere della psicoterapeuta che si propone di curarli, quando poi al primo ricco che sposa una top model, tutto il suo lavoro sara' distrutto.

Ma c'e' una parte di questa dinamica che sfugge.

Non e' una novita' di oggi il fatto che come maschio normale “non potete permettervi una modella”. Questo era noto anche alle scorse generazioni. Ma le scorse generazioni facevano una cosa diversa: dicevano “ok, ma anche le donne che non sono modelle sono sexy, quindi chissenefrega e io esco con la Morena , che non e' una modella ma a me piace molto”. Insomma, “se ti piace il calcio ti diverti anche in una partita con gli amici al campetto, non devi per forza giocare in serie A”. Aveva senso.

Il problema pero' viene oggi: perche' oggi la Morena punta al “chad” quanto una modella. Sotto la serie A, non e' piu' calcio. E qui salta tutto, perche' in un mondo ove le caratteristiche dei “chad” sono diffuse solo nel 15% dei maschi, l'85% semplicemente non ha speranze.

12grade

Non lo dico io. Lo dice l'Universita' di Berkeley.

Del resto, un fenomeno di verginita' forzata come questo:

virgins

non poteva non lasciare segni nella cultura collettiva.

Il punto qual'e'? Come succede a Qanon, internet e' il luogo ove il pulviscolo confuso dei dati si coagula in delle masse ideologiche, insieme a tutta una serie di altre ideologie aggiuntive.

L'incel , cioe', e' la punta dell' iceberg perche' si basa su fatti conosciuti a tutti, su fatti che molti conoscono ma solo quando sono accorpati ed estrapolati producono ideologia.

Voglio dire: il ragazzo studioso del liceo, magari anche timido , che viene tormentato dai bulli con gli applausi delle ragazze (che stanno sempre col bullo perche' e' vincente) non necessariamente entrera' (come successo negli USA) in una scuola con un AR-15 gridando “chi e' il maschio alfa ora, puttane?” mentre stermina le sue compagne di classe.

Ma avra' sognato di farlo migliaia di volte.

E questo e' il punto. Gli incel sono sempre esistiti. Quello che e' sempre mancato loro e' stato:

  • una narrativa epica costruita e condivisa da altri maschi.
  • una disponibilita' di armi e una comunita' che ispiri alla battaglia.

internet , cioe', non ha fatto altro che catturare l'incel (che e' sempre esistito) nel momento in cui sogna di entrare nella scuola e sterminare le ragazze, e dargli le armi e le istruzioni per farlo davvero.

E specialmente, per dargli i motivi: perche' quando hai convinto un maschio che e' sacrificabile, che chi muore per la “nostra” causa vissuto e' assai , che il tuo nome sara' ricordato e che sei dalla parte dei giusti che hanno subito un'ingiustizia dolorosissima, hai appena costruito una macchina per uccidere.

Allora la domanda sara': come si torna indietro?

La “neuropsicologa” di turno dice che per fare questo occorre “semplicemente” farli socializzare con le donne, dimenticando che e' stato proprio conoscere da vicino le donne a dare la conferma all' incel. Del resto, tutti gli articoli di giornale tralasciano completamente l'aspetto “sofferenza” (eppure e' evidente in tutti i forum) per farne “un movimento misogino maschilista e nazista”. Il che, nella sua coagulazione, e' corretto, cosi' come sarebbe corretto descrivere i nazisti come “amanti del filo spinato”.

Il piano, quindi, sembra quello di prendere delle persone che traggono la narrativa epica della loro identita' dal fatto di essere disprezzati e emarginati dalle donne, e poi “emarginarli e disprezzarli” ancora di piu'. E' come se per combattere il nazismo venisse indetta la giornata in cui tutti sputano addosso ad ogni tedesco che conoscono. Posso avere dei dubbi sul fatto che funzionerebbe?

La cosa e' ridicola anche dalla parte dei “buoni”, quindi dietro di questo deve esserci qualche ideologia, e non ci metto molto a capire quale.

Spero solo che questa ideologia le renda anche antiproiettile, perche' non e' difficile prevedere problemi molto gravi se nessuno comincia a chiedersi quali sono i fatti su cui si basa la loro esagerazione, e mettere le mani su quei fatti.

Avendo la mia eta', ormai non e' mio compito ne' desiderio immaginare soluzioni, o pensare a mondi migliori. Sulle donne e sul “piacere femminile” ho imparato , credo, tutto quel che c'era da sapere, e non credo proprio che qualcuno mi stupira' nei prossimi anni.

Pero' vi consiglio di chiedervi se una societa' basata sulla parita' dei sessi possa anche essere una societa' ove le modelle sposano sempre i calciatori ricchi.

Altrimenti, prevedo proiettili che fischiano.

Questa storia della “terrazza sentimento” sta iniziando a diventare incredibilmente ridicola , quindi faccio un disclaimer: se siete dei bempensanti maschi o delle femministe (la benpensante femmina) , smettete di leggere ora. Quello che scrivero' non vi piacera' per nulla.

Credo di aver detto , in 17 anni di blogging, di aver lavorato con assiduita' come buttafuori , per finanziarmi ai tempi dell'universita'. E credo di aver detto di aver smesso quando le discoteche hanno smesso di essere dei luoghi di divertimento per diventare il mercato della cocaina , con tanto di buttafuori albanesi e spacciatori, e tutto quanto.

Ma nel “tutto quanto”, poco prima che lasciassi, si era anche stabilita una nuova usanza. Il “privee”. Il privee si e' evoluto nel tempo, inizialmente lo vidi nascere a Modena, dove (per invidia verso il ballo delle debuttanti vero, quello dell' Accademia)le auguste pulzelle di nuova ricchezza facevano delle feste “private” in discoteca per festeggiare il loro “debutto”.

In realta' avrebbero potuto affittare l'intera discoteca, ma in questo modo non le avrebbe viste nessuno. Siccome il nuovo ricco vuole che si sappia che adesso e' ricco e quindi e' migliore di te, allora iniziarono le “feste nel privee”, cioe' in pratica la festa avveniva sotto gli occhi della plebaglia che ballava normalmente, comprava pessimi cocktail a prezzi stratosferici, e poteva osservare la parte “privee” dove c'erano ragazze generalmente piu' alte e vestite meglio (ne ho viste vestite da sera, con tanto di strascico) o forse in maniera piu' pretenziosa che stappavano champagne.

Insomma, chi puote puote , chi non puote se lo scuote. Questo genere di eventi, da invenzione della nuova classe di ricchi allevatori di suini e piccoli imprenditori delle ceramiche sassuolesi, ha subito una brusca evoluzione all'arrivo della cocaina.

Il privee' (da non confondere con il locale per coppie scambiste) divenne il luogo della “bella gente”: un modo per dire a tutti gli altri “noi siamo superiori a voi”. Ma anche il modo per dire al criceto di correre piu' in fretta nella sua ruota, che prima o poi sarebbe finito anche lui tra i VIPS.

Quando il mondo della prostituzione e il mondo della cocaina videro questa cosa, di fatto aggregarono il tutto. Le prostitute erano “modelle” (all'epoca, Modelle dell' Est –“Trump docet”), reclutate da “agenzie di modelle” , oppure “agenzie di organizzazione eventi”, oppure da “agenzie di pubbliche relazioni”. L'altro ingrediente era il fiume di cocaina, che veniva offerto alle modelle per stordirli. Poi c'era la “bella gente”, cioe' uno stuolo di imprenditori (piccoli imprenditori, ripeto: nel modenese erano imprenditori carpigiani del tessile, imprenditori sassuolesi della ceramica, e poi contadini arricchiti con latte-parma o maiali).

Il gioco consisteva nel mettere insieme vecchi maiali, meno vecchi maiali (ma sempre maiali), carnazza in cerca di soldi (e di scalare la societa' a furia di pompini) , piu' ragazze dell' est ansiose di provare l'ebbrezza del capitalismo, e vedere cosa succedeva.

I buttafuori inizialmente erano quelli di sempre, tra cui anche io, ma poi per evitare grane con la polizia abbiamo smesso (la polizia ha dei pregiudizi verso quelli che scortano carichi di droga) e i picchiatori slavi o albanesi hanno preso il nostro posto.

Una particolarita' di questo posto era, ovviamente, che le ragazze non potevano lamentarsi: se, diciamo, mentra una ballava arrivava uno, metteva le mani sotto la gonna e le infilava un dito in culo (diciamo le cose come stanno) , le risposte alle lamentele della giovane erano :

  1. non ha ancora pippato, fate girare il vassoio.
  2. vai a casa, questo non e' un asilo nido.

idem se la ragazza veniva dalla security a lamentarsi. Era “noiosa”, “non sapeva fare a divertirsi”, e quindi veniva accompagnata alla porta, oppure a telefonare al “suo manager”, cioe' a quello dell' “agenzia di modelle” o “organizzazione eventi”, oppure “agenzia di PR”, che magari le convinceva. E se rientravano, il tizio arrivava con DUE dita, per chiarire chi comanda, e quella sera “le facevano la festa” nella zona davvero “privata” del locale. Cosi' ripassava le regole del gioco. Come osi contestare un piccolo imprenditore della ceramica? Stai al tuo posto.

Ad un certo punto, pero' la giostra e' finita. La discoteca e' morta perche' con quel sottofondo era diventata un posto sgradevole, violento e per nulla divertente. Ma il business ormai era su, quindi ci sono le stesse agenzie che organizzano le stesse feste con gli stessi avventori.

Ma nel momento in cui e' finita la discoteca, il fenomeno e' diventato ANCHE piu' esclusivo. Diciamo che mentre prima (in Romagna) quasi tutti i ragazzi finivano in una festa in discoteca, e se conoscevi quelli giusti potevi anche entrare nei privee (c'erano quelle che si offrivano anche alla security per chiudere un occhio ed entrare ugualmente) , oggi e' diventata usanza esclusiva dei quartieri bene, e degli appartamenti che non stanno sotto il paio di milioncini di euro.

Ci sono pero' degli effetti collaterali.

  1. abbiamo detto che il privee nel mezzo della discoteca normale serviva a dire “io sono io e voi non siete un cazzo”. Se stappate tra gli applausi una pila di bottiglie di champagne da 300 euro ciascuna e poi le sprecate anche in una assurda piramide di bicchieri (ricordi delle feste anni' 90) in un posto ove i peones pagano a fatica 20.000 lire per un negroni al banco, la cosa diventa elitaria. Da fuori, tutti vi guardano e vi invidiano. E voi sapete di essere arrivati. “Noi siamo noi e voi siete voi”: ma se lo fai in un cazzo di villa in campagna, non ti vede nessuno. E il nuovo ricco VUOLE essere visto. Quindi le fara' in centro a Milano, e avra' anche cura di disturbare i vicini, di fare chiasso, insomma di far vedere che e' ricco e conosce la bella gente. E non serve a nulla protestare perche' lui e' lui e voi non siete nessuno.

  2. la mafia della cocaina e la mafia della prostituzione sono al centro di tutto. Tranne quando arriva dalla provincia qualcuno che conosce molta carnazza (la carnazza di provincia e' piu' sexy rispetto a quella di citta'. Non che ci voglia molto ad essere piu' sexy della milanese media) , e intende farsi largo, senza sapere/valutare che il suo concorrente e' un mafioso e scioglie i bambini nell'acido durante i weekend. Tutto il giro che sta attorno a questi fenomeni e' il giro dei criceti che “arrivano” al top a furia di correre nella ruota. Persino tra i fornitori di cocaina o di fica ci sono dei criceti che corrono. Alla fine dei conti, e' proprio l'ambiente dei criceti che hanno corso abbastanza da arrivare “al top”.

  3. entrano in gioco le mogli e le fidanzate. Nei privee “normali” spesso evitavano di farsi vedere per evitare l'umiliazione di essere cornificate dal marito di fronte ad altri. Ma con l'arrivo della cocaina, gli uomini diventano sempre piu' violenti e le loro fantasie sempre piu' estreme e violente. Siccome la signora non ama il fisting, che e' la nuova moda dei cocainomani, preferisce che il marito si sfoghi spaccando un'altra. Per tutto il tempo, la signora esibira' un augusto senso di superiorita' verso la schiava che si becca “il meglio” del marito. Questa cosa e' cominciata dai privee normali, quando “facevano la festa” alle ragazze (ma a quei tempi il must era la doppia penetrazione) ma oggi a quanto mi dicono e' il fisting. Quindi ricapitolando: la ragazza “si e' svegliata piena di dolori” perche' le hanno ficcato un braccio nel culo. E la fidanzata guardava, tanto non c'erano i peones a guardarla cornificata.

Adesso la domanda: ma tu cosa ne pensi?

E la mia risposta e': non me ne frega un cazzo. E non dovrebbe fregare un cazzo nemmeno a voi. Per alcune semplice ragioni.

  1. stiamo parlando di ambienti della criminalita' organizzata. Chi puo' portare un vassoio di cocaina ad una festa? Le carmelitane scalze? Uber Food? Microsoft? No, chiaramente ce le porta la mafia: le cifre sono alte. E ancora: chi gestisce giri di escort (che si chiamino “modelle” e' tutto da dire: non esistono fotografie che le ritraggano mentre “modellano”) se non la mafia? Si tratta cioe' di giri di malavitosi che soddisfano i vizi delle classi alte cambiando nome alle cose. Anziche' “papponi” sono “agenzie che organizzano eventi”, eccetera. E' roba che riguarda si e no l'uno per mille della popolazione. Difficilmente succede ad una ragazza qualsiasi, essendo ambienti esclusivi bisogna proprio impegnarsi per poterci entrare. Non esiste alcun rischio, o quasi, ne' per voi ne' per le fanciulle che conoscete. Nessuna e' li' per caso o perche' “mi ci ha portata un'amica”. Se volete crederci fate pure, (e sappiate che vendo un vecchio stadio nel centro di Roma, se pagate cash la fontana e' in omaggio). Insomma, vediamo di capirci: ma cos'altro credete che succeda in una festa letteralmente organizzata dalla mafia?

  2. stiamo parlando del top del top del “rich & fashion & cool” di Milano, Roma, Parigi e altri posti. Ripeto: meno dell' uno per mille della popolazione. Per entrare li' dovete essere cosi' fashion e cosi' cool e cosi' rich che di fatto non c'e' pericolo che ci finiate dentro per caso o perche' “mi ci porta un amico”. Si entra in quei posti, se siete ragazze, dopo un'escalation di pompini e di gangbang in qualche spiaggia privata, che meta' basta. Nessuna entra vergine in quel posto, nessuna ci finisce per caso, nessuna puo' dire di non sapere cosa succeda. Del resto, la stessa vittima di Genovese ammette che le hanno offerto con naturalezza un vassoio di coca, e lei (come se fosse normale) ammette di averla pippata. Ma si, andiamo a fare la modella mezza nuda in un covo di arrapati cocainomani violenti, e pippiamoci pure. E' solo cocaina, cosa potrebbe mai andare storto?

  3. le regole del gioco sono note. Nel mondo dei ricchi o sei qualcuno o sei proprieta' di qualcuno. Se entri li' come “modella”, cioe' per il tuo corpo, sai benissimo che il tuo corpo e' proprieta' di qualcuno. Le ragazze delle agenzie si frequentano, parlano, raccontano, e se ormai (come da diversi anni accade) il fetish del cocainomane e' il fisting, sai benissimo che se decidono di “farti la festa”, ti becchi un braccio nel culo. Fine. Vedere queste che si lamentano e' come vedere qualcuno che entra in campo vestito da giocatore di Rugby, conoscendo le regole del Rugby, e poi si lamenta che l'altra squadra e' rude. Si, sono rudi. Si chiama, appunto, Rugby. Quelle sono feste organizzate dalla mafia , popolate di aspiranti Briatore (prepotenti e boriosi) strafatti di coca, che vogliono carnazza per fare sesso estremo come vedono fare nel porno che guardano. Cosa vi aspettavate, di ballare il minuetto?

Perche' ho una posizione cosi' dura? Vi faccio un confronto, anzi ve ne faccio due.

Queste feste (e i relativi scandali) sono giustificate dalla necessita' sociale di “far correre il criceto nella ruota”. La societa' attuale, cioe', non puo' democratizzare il piacere. Se il ricco finisce di fare quello che tu sogni di fare (ma non puoi) , non hai ragione di ammazzarti di lavoro sognando di essere ad una di quelle feste. Se volete che il criceto corra nella ruota , dovete fargli sognare che se corre abbastanza potra' fare “le cose proibite”. E lo stupro oggi e' la cosa PIU' proibita, ha superato anche la pedofilia, o la parapedofilia delle ragazze giovani che sembrano ancora piu' giovani.

Qui arriva il confronto: “il club privee per coppie scambiste”. Un tempo, se volevate fare fisting, o andavate in un club per scambisti e cercavate la coppia che lo amava, oppure mettevate un annuncio per una partner che avesse gli stessi gusti. Molto democratico. Poco esclusivo. Poco proibito, la partner si diverte. E quindi tutto sommato “roba che puo' fare anche il poveretto”.

Ebbene, i club privee per coppie scambiste sono massacrati di “visite della polizia” e le bacheche di annunci vengono chiuse in continuazione. Nulla succede alle varie “terrazza sentimento”. Sapete perche'? Perche' quando il criceto ha la pancia piena non corre piu'. Ha tutto quel che voleva. Puo' gia' fare quel che sogna o quel che vede nei film porno. Il criceto non corre piu'. La societa' perseguita ogni tentativo di democratizzare i piaceri proibiti, perche' se non sono riservati ai ricchi, nessun criceto correra' nella ruota per diventare ricco.

la prima cosa da capire e' che ogni tanto una di queste “terrazze sentimento” deve emergere alle cronache, perche' non ci sono piu' i privee nelle discoteche a sancire “noi siamo noi e facciamo cose che voi siete troppo poveri per fare”.

Andiamo ad un secondo esempio. Mi e' capitato (ma non come buttafuori) di entrare in alcuni club BDSM tedeschi. Solo tedeschi, perche' se avete visto un vero dungeon capite che in italia NON esiste un vero ambiente BDSM. Checche' ne dicano alcune “cinquantasfumatrici” italiane sui social.

In un dungeon c'e' un dungeon master, il cui lavoro e' controllare che nessuno esageri, che nessuno si faccia male, che nessuno si droghi (e' pericolosissimo se lo slave non si accorge del dolore effettivamente provato) e persino il popper (che serve a dilatarsi meglio) e' visto con qualche sospetto e tollerato solo nel RACK. Ma in genere e' vietato anche quello dai dungeon master, proprio per evitare “il dopo”. Cioe' di dover chiamare l'ambulanza per un prolasso fuori controllo.

Nei dungeon si arriva al livello di “estremo” che sogna il cocainomane, solo che il cocainomane non e' ammesso. Sono posti esclusivi (a Düsseldorf ne esiste uno solo, e la citta' ha una densita' di milionari non da poco) per via del costo della tessera (e/o delle conoscenze che servono) e per via del costo dell'abbigliamento/attrezzatura richiesto. Bene. Dov'e' il confronto? Il confronto lo faccio per dire due cose. Se vogliamo uscire dal mondo “pop”, del piacere democratico, possiamo farlo. Ma parliamo di qualcosa che le persone NON vogliono far vedere ai piu' poveri. Nel senso che il sindaco della citta' vicina (di una grande citta') incontra magari il CEO di una grande azienda , e l'aristocratico senso di esclusivita' non consiste nel far vedere ai poveri che non ci sono, ma nel buttarli fuori sul serio. Il club non lo trovate nemmeno se usate google “like a pro”, non e' su nessun elenco, la stessa tessera non esiste materialmente: entrate se siete in una lista.

a differenza dei nuovi ricchi, i ricchi non vogliono essere visti dai poveri, traggono esclusivita' solo dal vedere che sono insieme ad altri ricchi. Cercano l'appartenenza, non la riscossa.

Cosa voglio dire? Intendo dire che Terrazza Sentimento serve , ancora una volta, per far correre il criceto. Se io parlo in TV delle feste private di persone gia' ricchissime, magari da generazioni, il criceto non corre: rinuncia. Tanto, anche se lavori come un pazzo, se tuo padre era un impiegato li' dentro non ci arrivi. Rinuncia e goditi la vita.

Ma terrazza sentimento non era solo un posto “esclusivo” perche' ci sono i ricchi e ricchissimi: e' perche' ci sono i ricchi “self made”. Ci sono i criceti che ce l'hanno fatta. Non sentirete MAI parlare di questi stupri se avvengono in un club di VERI ricchi, quelli da generazioni , quelli che a Roma vivono a Coppede' sin dai tempi del nonno, (che i pariolini sono straccioni in confronto). Ci sono due visioni di esclusivita': quella dei ricchi-ricchi da generazioni, che intendono “il privilegio di esserci” nel riconoscersi a vicenda in un posto senza plebaglia, e quella dei nuovi ricchi, per i quali “il privilegio di esserci” coincide con il “tu sogni di entrare ma non puoi entrare”: insomma, “io sono il criceto che ha vinto”. Il vero ricco italiano non ha mai corso nella ruota, non e' il criceto che ha vinto.

Il problema dell'Italia e dell'occidente moderno e' che moltissimi criceti ne hanno piene le palle di correre nella ruota. Siccome gli ascensori sociali si sono fermati, hanno rinunciato a correre, tanto non serve a nulla. Siccome il piacere se vuoi oggi lo trovi anche “terra-terra” hanno smesso di correre anche perche' non capiscono cosa ci sia di “migliore” in una di queste feste.

Hanno gia' provato a farli correre con la poverta' e il precariato, e non ha funzionato: hanno ottenuto solo una serie gigantesca di “neet”, cioe' di criceti che hanno rinunciato a correre. Hanno provato a farli correre con una persecuzione feroce dei club di scambisti, dei club BDSM (in Italia ormai non ne esistono quasi piu' e anche quelli di prima... bah) , con una repressione mai vista contro le discoteche piu' trasgressive e persino della “movida”. Non ha funzionato. Il criceto sta rinunciando a correre nella ruota anche cosi'.

occorre ogni tanto far presente ai criceti che se corrono abbastanza possono andare in un posto a ficcare un braccio nel culo ad una modella di diciannove anni, che e' sottomessa al loro potere al punto che soffre ma sopporta pur di stare li'.

Questa e' “terrazza sentimento”: magari e' successo davvero che quella fosse l'unica cretina a non sapere che cosa fosse quella festa. Magari ci e' arrivata proprio grazie all'amica cui hanno “fatto la festa” in una spiaggia a Ibiza, ma non le ha mai spiegato la cosa del braccio in culo. Puo' darsi che le fosse tutto nuovo.Non sto dicendo che non sia successo, anzi: e' successo a TUTTE le ragazze che erano in quel posto. E sta succedendo in altri posti simili e succedera' ancora. Sto dicendo che la denuncia poteva finire sui giornali oppure no, e qualcuno ha detto si'. E lo ha fatto per una ragione precisa.

L'evento e' finito sui giornali per uno scopo preciso:

il criceto deve rimettersi a correre, o l'economia crolla.

Occorre che nella mente delle persone ci sia un obiettivo, per farle correre come criceti. Se non sognano di entrare in un posto vipz dove sono superiori agli altri e possono fare le cose proibite agli altri, i criceti mandano affanculo voi, la vostra ruota, e vanno a farsi una grigliata con gli amici.

Bisogna mostrare a tutti i criceti italiani che se corrono abbastanza possono andare (come Genovese che corre un sacco) alle feste come i VIPz, dove pippano come i vipz e bevono champagne (o prosecco, il che la dice lunga) , e fanno la festa a ragazze che darebbero il culo pur di essere nella loro augusta compagnia: il senso del potere assoluto. Bisogna illudere il criceto che anche lui potrebbe essere li', come faceva Silvio con le sue feste e come faceva Vanzina coi suoi film: corri, criceto, corri, che se corri abbastanza forse arrivi anche tu nel nostro mondo.

Se non ci fosse questo scandalo bisognerebbe inventarlo, perche' siamo nel mezzo di un'emergenza, che si chiama cosi':

il criceto ne ha piene le palle di correre.

Terrazza Sentimento non e' altro che il successore di un Cinepanettone di Vanzina, solo che e' girato nel tempo della cocaina, e dei criceti pigri. Un tempo era Vanzina a far correre il criceto, coi suoi film. Il criceto che ha fatto grandi gli anni '80 e '90 deve vedere qualcosa, perche' ricominci a correre. Ma non bastano piu' le cose del passato, non basta Dagospia, non basta piu' Vanzina.

Oggi occorrono storie piu' forti.

Volete sapere come finira'? Finira' che ce ne saranno sempre di piu', e ci saranno anche gli stupri. Perche'?

  • perche' il nuovo ricco , e il ricco, amano pensare di essere sopra della legge e di poter fare quello che e' vietato ai peones. Se adesso col metoo lo stupro e' il nuovo taboo, nelle feste diventera' normale lo stupro per farvi capire che voi peones di merda se stuprate una ragazza andate in galera, mentre loro lo fanno e siccome sono “arrivati” le ragazze li ringraziano pure per avegli fatto toccare il loro augusto cazzo.

  • perche' dove prima era la para-pedofilia (ragazze giovani che sembrano minorenni) adesso il male assoluto e' lo stupro. Quindi se prima Epstein ti faceva le feste con le quattordicenni, adesso i ricchi, per sentirsi al di sopra delle regole dei peones, passeranno agli stupri. E per far sapere al criceto che se corre finalmente potra' andare alle feste e fare la cosa proibita anche lui, ci vorranno piu' scandali.

E l'unico modo per fermare questo trend non e' chiamare la polizia.

E' che i criceti , una buona volta, si fermino. Del tutto.

quando ho scritto l'articolo precedente , dove consigliavo agli italiani di farsi delle domande sulla democrazia, sono stato “rimproverato” di aver preso la cosa troppo “in astratto”. Anche se penso di aver posto un problema sin troppo concreto (se un popolo ha il sistema politico che trova migliore) , la richiesta e' quella di scendere nel gossip su Draghi.

Che devo dire? Il nome di Draghi e' stato fatto insistentemente , negli ultimi due anni, da tutti i giornali del gruppo GEDI, ovvero di proprieta' degli Elkann. Quindi sappiamo che Draghi era nella loro agenda. Detto questo, sappiamo bene chi fosse il burattinaio che ha mosso Renzi. E' un'azienda francese di automobili dal nome italiano. (Perche' lo avete notato, vero, che oggi “fiat” e' un'azienda francese, vero?)

Conte ha lasciato all'apice della popolarita', il che mi dice che forse ve lo ritroverete in ballo come Presidente della Repubblica. E' chiaro che rimane in politica (ha fatto un bel comizio subito dopo la dipartita) ed e' chiaro che il patrimonio di gradimento va speso. Probabilmente lo terranno a mollo per qualche tempo, poi le prime votazioni per il prossimo presidente falliranno, e quando si arrivera' alla votazione a maggioranza assoluta puf, Beppe Conte spuntera' fuori, e tra gli applausi generali diverra' il nuovo presidente della Repubblica. Lo voteranno tutti, innanzitutto per levarselo dalle palle. Secondo, lo voteranno perche' l'alternativa sarebbe Draghi, che sapra' farsi odiare.

I giornali del gruppo Elkann, del resto, hanno cominciato con una specie di culto della personalita' che in confronto Stalin sembra Kafka, ove si narra della sua vita, della scuola, di quando camminava sull'acqua, di quando salvo' la Merkel (che era ignara di aver bisogno di aiuto , vedete quanto era preveggente), di quando salvo' l' Europa, di quando salvo' il Sistema Solare, di quando salvo' la Figa come la conosciamo oggi, di quando sconfisse i Vegani (non c'era Actarus a guidare Goldrake, come dicono i musi gialli. Era Mario) , e tutto quando. L'orgia narcisistica di Draghi e' stata pari solo a quella di Berlusconi, fatta da Emilio “beagle” Fede. Ma questa volta piu' forte.

Quando il “giornalismo” arriva a questo punto:

lalala

che altro c'e' da aggiungere?

La cosa buffa e' che quello di Draghi viene venduto come governo tecnico, senza che ci siano le condizioni. Per prima cosa, a differenza del caso di Monti, non c'e' da spegnere un incendio. La situazione dello spread e' abbastanza tranquilla, il covid ormai e' realta' quotidiana da piu' di un anno, e cosi' via.

Monti e' andato al potere coi giornali che scrivevano “Fate Presto!”, qui onestamente il governo e' crollato perche' Mister Anni Ottanta si e' prestato a farlo crollare. Certo, ci sono da allocare 209 miliardi di euro, ma non sembra un'emergenza: anzi, sembra una buona notizia.

avete affrontato una pandemia con un governo il cui principale partito non crede nei vaccini, e combatte le scie chimiche. Se non avete voluto un governo d'emergenza all'epoca, perche' ve lo sciroppate ora? Avete camion di bare che vanno via da Bergamo?

Se si pensa che il governo precedente fosse cosi' inetto da non saper gestire il ritorno del sole (perlomeno , 209 miliardi di sole) , e si usa Draghi come ultima risorsa, beh: vi siete giocati OGNI chance che Draghi formi un governo “tecnico”.

Provate a farvi una domanda: cosa succede se cade il governo Draghi perche' MAtteo AnniOttanta Renzi gli stacca la spina? Poiche' Draghi e' l'ultima ratio, e ci siete voluti andare senza particolari ragioni (come se Silla fosse stato eletto dittatore perche' i piccioni cagavano troppo sulle bighe), adesso il risultato e' che siete all'ultima ratio senza un'emergenza che compatti la maggioranza di governo.

Morale: se un partito si sfila dalla maggioranza che sostiene Draghi, non solo cade Draghi, ma vi siete giocati l'ultima ratio.

Voi direte: beh, al massimo si torna a votare. Va bene. E con chi ci andate, a votare? Di nuovo con gli stessi protagonisti dell'altra volta? E sarebbe una soluzione? Cioe', avete messo li' Draghi perche' quelli di prima vi sembravano inadeguati, e caduto draghi andate ad eleggerli nuovamente, sperando che un inadeguato prevalga sull'altro?

Quindi no, questa soluzione non e' una soluzione. Draghi , essendo l'ultima ratio, ma senza emergenza in corso, sara' sotto ricatto continuo di tutti i partiti della “maggioranza Ursula”, che lo sostiene. Il governo piu' politicante che si possa immaginare, soggetto ad una continua pioggia di veti incrociati.

E quando ci sono veti incrociate e 209 miliardi sul tavolo, sappiamo bene cosa succede. Che non ci sono piu' 209 miliardi sul tavolo.

E a proposito di “maggioranza Ursula”. Perche' nessuna scatola vuota vende bene in Italia, senza avere un nome straniero. E' il provincialismo, darling.

Innanzitutto, esiste gia' un nome italiano per questo: pentapartito. Non capisco perche' chiamare “governo Ursula” qualcosa che al massimo dovrebbe essere chiamato “governo LaMalfa”.

Ma andiamo anche oltre. La “maggioranza Ursula” (quella vera) , non si e' formata attorno al nome di Ursula. Si e' formato attorno al PROGRAMMA che Ursula ha discusso con le forze politiche. E la discussione e' stata pubblica (anche se i pigri giornalisti italiani erano troppo occupati ad esplorare le stanze di un noto bordello belga nelle vicinanze del Parlamento Europeo e quindi non se ne sono accorti) .

per fare un governo “Ursula” occorre , come successe per “Ursula”, che il programma sia noto PRIMA del voto. E che sia votato. Sapete qualcosa del programma di Draghi?

Perche' qui e' il punto. A meno che Draghi non sia taumaturgico solo perche' esiste, questo entusiasmo potrebbe essere giustificato solo se Draghi enunciasse a qualcuno il suo programma. Ma Draghi NON ha enunciato il suo programma. Quindi, per quale ragione Draghi rende tutti felici?

La situazione politica in cui vi trovate oggi, piu' che una situazione politica sembra una malattia mentale. I partiti sono rimasti gli stessi. I leader sono rimasti gli stessi. Avete cambiato un tizio uscito dal taschino con un altro tizio uscito dal taschino. Ma non dalle elezioni. Cosa dovrebbe cambiare?

Insomma, ho poco da commentare. Tutto quello che ho visto e':

  • Sin dalle scorse elezioni i giornali del gruppo GEDI fanno, circa due volte al mese, il nome di Draghi. Intervista qui, Opinione la'. Draghi e', evidentemente, nell'agenda della proprieta' di GEDI, cioe' degli Elkann.
  • Ad un certo punto Renzi arriva e stacca la spina, senza apparente motivo. E' facile dedurre chi sia il burattinaio di Renzi.
  • Siccome non c'e' un altro governo, Mattarella tira fuori Draghi dal taschino. Perche'? Da dove arriva il suo nome? Boh? Che abbia qualcosa a che vedere col fatto che il Gruppo GEDI ha fatto il nome di Draghi ogni due settimane su ogni testata per gli ultimi anni?
  • Arriva Draghi e tutti sono contenti perche' lo spread cala. Come se l'ultima volta che Cazzo di Ferro della situazione ha abbassato lo spread, agli italiani non sia stato fatto tutto il male possibile.
  • Gli italiani esultano di gioia: finalmente sembriamo un paese normale.

Sara'. A me sembra di sicuro una dissonanza cognitiva.

Se non una qualche malattia mentale.

Ah, a proposito: dove sono quelli che dovevano togliere televisioni o giornali a Berlusconi, perche' bisognava evitare il monopolio?

monopolli

... e concludere che l'Italia abbia bisogno di un generatore automatico di nomi per i governi che nascono senza il normale percorso democratico. Scherzi a parte, ora che vi trovate Draghi (ma che sorpresa! Nessun giornale del gruppo GEDI lo aveva mai nominato prima!) , a fare il governo “del presidente” , “di emergenza”, “di quaternioni”, “di bedarfo”, “di [parola a caso]” , sarebbe ora che la popolazione festante si mettesse di fronte ad uno specchio.

Una volta di fronte allo specchio, potreste farvi una domanda.

ma la democrazia ci va bene, come sistema? E perche'?

Voglio dire, se la popolazione va ad applaudire il Draghi della situazione, o a suo tempo il Conte della situazione, e ancora prima il Monti della situazione, che NON erano il prodotto delle elezioni politiche , e poi gli piace anche come governa, la risposta e' semplice.

La democrazia non vi piace.

Non vi piace che il voto abbia vincitori e sconfitti, non vi piace che alla fine il perdente si deve rassegnare, non vi piace che il governo venga formato dai vincitori, insomma: il processo democratico non vi piace. Non vi piace come funziona, proprio.

Adesso io so che arriveranno quelli che dicono “ma la libbertahhh!”.

Ok, quindi piace la liberta'. Ma attenzione, che la democrazia non e' l'unico sistema a garantire le liberta', almeno alcune. Quello che la democrazia aggiunge rispetto, che so io, all' Ancien Regime di Luigi XVI sono due cose, “il diritto di voto” e “il diritto di manifestare la propria opinione”.

Rispetto al cittadino di Luigi XVI, il cittadino moderno ha davvero poche liberta' in piu', anzi: se escludiamo i pazzeschi sistemi fiscali dell' Ancien Regime, si trattava di un regime che in quanto a liberta' personali ed economiche consentiva anche piu' gradi di liberta'. Non vi rompevano le palle se vi facevate le canne, se allargavate la casa per il nuovo pupo, e tante altre cose.

L'idea che la democrazia sia l'unico sistema per garantire liberta' personali ci viene dal secolo delle dittature totalitarie, come comunismo e nazifascismo, ma se fossimo vissuti nell' 800, avremmo probabilmente goduto di piu' liberta' personale rispetto ad oggi, con la sola eccezione di alcune liberta' “politiche”. (liberta' di sciopero, voto, manifestazioni, liberta' di parola).

Ed e' per questo che l'italiano oggi dovrebbe mettersi di fronte allo specchio e chiedersi cosa vuole. Perche' alla fine i requisiti del governo sembrano essere:

  • un dittatore benevolo che vada al potere senza tutta la manfrina delle elezioni, dei partiti e delle stronzate varie. Un presidente della repubblica ereditario, insomma. Oppure un presidente della repubblica eletto per vent' anni, col potere di dare incarichi di governo e toglierli.

  • tale dittatore benevolo non deve incazzarsi troppo se la popolazione lo contesta o lo sbeffeggia, e anche i suoi sodali devono essere altrettanto tolleranti. Insomma, un accordo di vivi e lascia vivere: il popolo gli da' la colpa ma non fa rivoluzioni, e lui finge di non sentire ma non si schioda dal potere.

  • in cambio di non fare la rivoluzione, il nostro presidente della repubblica eletto per 20 anni si limita a lasciare che ogni cittadino faccia un pochino di porci comodi suoi (detti anche liberta' ) a patto che ogni tanto impicchi qualcuno a caso, uno antipatico. Che poi basta cacciarlo dal paese, secondo me: un bell' ostracismo come i greci.

Se questa ipotesi di avere un venerabile presidente della repubblica eletto per 20 anni (a questo punto fate a vita) che elegga i governi ad muzzum e senza spiegare da dove arrivi l'idea, e vi lasci fare i vostri porci comodi senza protestare molto avendo pero' cura di esiliare un antipatico di turno come capro espiatorio per i costi dei porci comodi stessi, in pratica volete un Papa senza tutta la merda della religione , dei preti e della chiesa.

Potreste quindi dedicarvi al PastaFarianesimo, o al Culto di Bob il Subgenius, eleggere un Papa (potrei suggerirvi il discordianesimo, ma nel discordianesimo TUTTI sono papi: cosa che funziona bene dal barbiere e sul taxi, ma produce una certa confusione istituzionale) , eleggere un Papa, una chiesa surreale di pirati o di altri individui dediti alla droga, e lasciare che il Papa elegga un governo per ispirazione divina.

Il risultato, sia chiaro, non sarebbe catastrofico quanto credete: l' Ancien Regime (escluso il problema fiscale e il bilancio dello stato catastrofico) non e' stato un cattivo periodo per i cittadini, se non al momento del default (nel quale fu istituita una specie di patrimoniale, cosa che scateno' la rivoluzione).

Se un sistema di questo genere vi sembra perfetto (e vi sembra perfetto, altrimenti avere Draghi vi avrebbe fatto scendere in piazza coi forconi) , dovreste mettervi di fronte allo specchio e dire:

“io non voglio piu' la democrazia”.

So che questo discorso vi sembrera' fascista, ma questo e' dovuto al fatto che vedete il fascismo come UNICA alternativa alla democrazia. In realta' sono esistiti diversi sistemi che garantivano una grande quantita' di liberta' personali alle persone senza essere dei regimi totalitari. Partendo dalle signorie medioevali come i Medici o gli Sforza o gli Estensi, per esempio, i cittadini godevano di notevoli liberta' personali ma non si trattava di regimi cosi' ideologici e totalitari da richiedere chissa' cosa.

Anche la Repubblica Serenissima non e' stata poi cosi' oppressiva contro i cittadini, tranne nelle fasi in cui uso' l'inquisizione: certo, se vi nascondevate in un convento e vi scopavate una suora finivate ai piombi, ma doveva anche essere vostra sorella. (mi riferisco a Casanova). E comunque anche dai piombi si scappava. (mi riferisco sempre a Casanova).

Quindi sarebbe ora che gli italiani cominciassero un dibattito serio: escluso il fascismo, che e' stato lammerda dei sistemi politici italiani, che cosa mettiamo al posto della democrazia?

Per esempio: un bel Ducato degli Estensi. Pensate che roba: era normale, al castello , che durante una festa ad un certo punto si mandassero via le fanciulle non ancora sposate, (i maschi non sposati rimanevano), e ci fosse un palco con dei musicisti e una compagnia di teatro. La compagnia teatrale e i musicisti che sino a quel momento avevano suonato musica normale e recitato copioni normali, si denudavano e facevano porno. Sul palco. Senza trucchi, proprio porno porno. Le battute della commedia erano volgarissime (roba che la Nappi sembra ingenua) e scritte di solito in dialetto, e via.

Voglio dire, non c'e' da stupirsi se poi Lucrezia Borgia (che perse un figlio e i maligni la accusarono di averlo perso “per aver ballato troppo” in una di queste feste) avesse una brutta reputazione, anche se questo format era abbastanza diffuso in tutto il paese. Le feste dei ricchi erano cosi', insomma. Non per nulla le donne di spettacolo hanno goduto di una certa fama nei secoli: anche il porno era “teatro”.

Faccio questi esempi per farvi capire che se non volete piu' la democrazia ci sono sistemi che hanno garantito sia un certo livello di liberta' personali che un certo livello di qualita' di governo: quando parliamo di Estensi, dei Medici, dei Visconti, degli Sforza o dei Dogi, non parliamo degli ultimi fessi del mondo in quanto a governo.

Quindi, escludendo LVI, un dibattito simile potrebbe avere una sua dignita' politica.

Ma la prima cosa di cui dovreste rendervi conto, e cominciare a parlarne apertamente, e' che la democrazia non vi sta bene come sistema politico.

Ripeto: non significa necessariamente essere dei fascisti: il fascismo e' probabilmente il PEGGIORE tra i sistemi che l'Italia ha mai avuto. Ma se chiedete ad uno storico di spiegarvi nel dettaglio come funzionassero i sistemi politici del passato, escluso anche il vaticano che e' il secondo peggior sistema politico, tutti gli altri erano rispettabilissimi e scrivevano leggi sensatissime.

Quindi vi trovereste, solo in Italia, a discettare di una ventina di sistemi politici ed istituzionali , tutti rispettabilissimi, che si sono succeduti qui e li'.

Se poi vi allargate all'estero ed escludete i totalitarismi ideologici e religiosi, avrete pur sempre dei signori sistemi: l'Ancien Regime, Carlo Magno, lo Zarato, le citta' anseatiche, persino Gengis Khan non era malaccio, se non fosse stato per quei 31 anni di servizio militare obbligatorio (pero' anche lavorare sui campi o come artigiani era servizio militare, basta che non vi allontanaste troppo da casa). Il Bhutan, per esempio, vive sotto una monarchia costituzionale ed e' il paese piu' felice del mondo.

Ma, ripeto, c'e' sempre una cosa da fare prima.

Mettersi allo specchio.

Guardarsi bene negli occhi e promettere di essere sinceri con se' stessi.

Ripetere a voce alta: “a noi la democrazia fa schifo. Ce l'hanno imposta gli americani come hanno fatto anche in Iraq , Afghanistan e altri posti, ma non ci e' mai piaciuta. Vogliamo tornare come prima, ma non al fascismo”.

Se escludete il fascismo, infatti, la discussione e' legittima e ha una sua dignita' politica. La democrazia non e' una situazione obbligatoria: se vi piace avere Draghi, come vi e' piaciuto a suo tempo avere Monti, solo perche' ai signori delle borse italiane piace cosi', allora fatevi la vostra signoria con i signori delle borse ai vertici, e finitela li'.

Ma almeno avrete la dignita' del popolo che ha DECISO quale forma di governo avere. E potrebbe anche funzionare abbastanza bene: potreste anche avere i Draghi al posto dei Medici e degli Estensi, se proprio volete lui.

Ma, ripeto, almeno avrete al potere chi volete, per vostra scelta e dopo un dibattito onesto.

Non ci vuole un genio per notare un robusto cambiamento di narrativa sulla stampa italiana ed internazionale, e scoprire che nella nuova narrativa “l' Europa brucia dalla voglia di iniziare una nuova guerra fredda , se solo non fosse per gli stronzi tedeschi che non vogliono”.

Si tratta di una narrativa che risponde alle esigenze del nuovo padrone (Biden) , per il quale l'Europa va bene unita solo per dare gli ordini una volta sola e non doverli ripetere 26 volte. E siccome Biden e' una fotocopia sbiadita di Obama, Biden cerchera' di fare le stesse cose che Obama ha cercato di fare, ed ha fallito.

Ma di questo parlo dopo. La cosa che invece lascia perplessi e' la dissonanza cognitiva degli italiani.

Quando parlate di seguire gli USA in una durissima guerra fredda contro Russia e Cina insieme, siete le stesse persone che frignano per il fatturato che si e' perso nelle sanzioni contro Putin?

Avete idea del fatto che una guerra fredda oggi vi falcerebbe via TUTTO il fatturato che avete con Russia e Cina? Per rispondere a questa domanda occorre chiedersi come sia stata la scorsa guerra fredda per l'Italia. In quel periodo l'Italia ha tenuto sempre il piede in due staffe: il PCI aveva un piede in Russia, e assicurava un certo import/export , mentre la DC aveva un bel piede in USA, e assicurava l'export verso gli USA. Una guerra fredda comoda, nella quale gli USA chiedevano all'italia solo le basi militari, visto che un esercito di leva era sicuramente infiltrato dal PCI, cioe' dai russi, e gli americani non si fidavano.

Ma questa guerra fredda NON e' la stessa cosa. Non c'e' piu' il PCI che puo' tenere aperti contratti commerciali con Russia e Cina, e Pechino non ha bisogno di import come succedeva con l' URSS.

Ma c'e' una cosa piu' interessante da notare: se per l'Italia la guerra fredda fu una passeggiata molto “furba” (quel furbo che alcuni vedono come codardo) , per la Germania fu un periodo orribile fatto di paese diviso, famiglie spezzate, Stasi, e di muri a Berlino. Era il periodo della RAF e della Östpolitik. (che funziono' molto piu' di quanto credete, visto che l'impero sovietico inizia ad andare in fratumi proprio a Berlino e in Polonia, i paesi investiti dalla Östpolitik).

Ma il punto e' che la guerra fredda per la Germania non e' stata (e non viene ricordata come) quella sceneggiata di Don Peppone e Camillo, dove potevi tenere un piede da un lato, un piede dall'altro, mandare le aziende a commerciare con gli USA e le Coop a commerciare con l' URSS. La Germania ha un ricordo MOLTO diverso di quel periodo.

Va da se' che la Germania abbia un'opinione molto diversa riguardo ad una guerra fredda. E non seguira' Biden su questa strada, qualsiasi leadership Berlino abbia.

Non mi aspetto che gli USA capiscano questo: per loro l' Europa e' un continente di vassalli, e si aspettano che tutti seguano i loro ordini. Per esempio, i tedeschi non chiuderanno MAI il NorthStream II. E se lo faranno DOPO la merkel, non sara' per comprare gas dagli USA: sara' per tornare sui passi di Angela e rimettere in piede il programma di centrali nucleari. (che peraltro sono ancora aperte perche' spegnerle richiede tempo).

quando Macron dice che nel dopo Merkel il gas russo va eliminato (sperando che si compri energia dalle sue centrali nucleari), sa che per i tedeschi e' piu' rapido ed economico riprendere con le centrali nucleari, che sono ancora in funzione?

Peraltro, i dibattiti sul ritorno al nucleare e sulla decisione della Merkel e' ricominciato, qui.

E' vero che in Germania infuriano polemiche sulla gestione del Covid, ma se qualcuno le ascoltasse bene, sentirebbe dire una cosa: “sarebbe stato meglio se avessimo fatto da soli invece di affidarci alla UE”. La cosa che sta sfuggendo (e non per caso) ai commentatori e' che alla Merkel si sta contestando di aver affidato all' EU qualcosa che avrebbero (a sentire loro) fatto molto meglio da soli. E quando Bayer (a breve) si mettera' a produrre il vaccino di Curevac, con tutta la capacita' industriale che ha, queste voci non si spegneranno.

Senza parlare del discorso Sputnik: quando e' stato chiaro che gli inglesi si stavano impossessando di dosi del vaccino prodotte in EU e destinate al mercato europeo, la Merkel ha ordinato di far arrivare Sputnik in europa, e sono state le autorita' tedesche a spianare la strada verso Ema. Ma dovete capire una cosa: Putin ha chiesto qualcosa in cambio. E non ci vuole molto a capire che North Stream II e' una certezza, esattamente dal primo momento in cui la prima dose di vaccino russo verra' iniettata al primo tedesco.

La risposta a queste mie obiezioni e' che “ma adesso c'e' Biden e lui li pieghera'”, che suona molto come “noi abbiamo un alleato” di antica memoria. Il problema e' che Biden non riuscira', come non e' riuscito Obama. Obama ha provato a isolare la Germania dall' Europa per quasi otto anni. Ma il risultato non e' stato positivo, perche' una Germania isolata ha rifiutato di partecipare a qualsiasi programma finanziario europeo, (come e' ovvio che sia: chi viene isolato si chiude, portafogli compreso) , ma specialmente il periodo di Obama per la Germania non e' stato per nulla male, ne' economicamente ne' come export.

Ed era il periodo del record di export. Ora, se qualcuno vuole ripetere lo stesso errore con un presidente che NON durera' otto anni, e'meno autorevole di Obama e non ha lo stesso soft power, fate pure. Pero' non vi lamentate delle conseguenze: isolare la Germania ora e screditare la Merkel significa che Merz potrebbe ancora dare un bel colpo di coda.

e se succede, potete dire addio al Recovery fund.

State giocando col fuoco, solo per servire un “alleato” che non ha la forza , ne' la durata, per portare a termine quanto si propone di fare.

Bisogna capire una cosa: riguardo al Recovery Fund, il gioco dell'approvazione dei piani nazionali comincera' subito dopo le elezioni tedesche di settembre. Per questo chi ha aperto la crisi pensava di poter andare alle elezioni. Ma se alle prossime elezioni in Germania la CDU vincesse solo nelle zone della fazione di Merz, piu' la Baviera, quello che otterrete e' che il recovery fallira', o i numeri verranno riscritti: dopotutto l'Italia non e' piu' la nazione con piu' morti per covid. Le proporzioni sono cambiate. E qualcuno potrebbe ridiscutere le fette della torta.

Se ricordate, l'Italia ha avuto la fetta piu' grande (209 miliardi) perche' ai tempi era il paese piu' colpito. Ma ora ce ne sono altri, che hanno un numero rispettabile di vittime. Si potrebbe rinegoziare.

Isolare la Germania ora, cioe' ripetere la politica di Obama, significa portarla ad essere di nuovo la Germania del periodo di Obama. Ricordate? Niente debiti in comune, niente eurobond, eccetera. E qui torna di nuovo la dissonanza cognitiva italiana:

davvero volete una Germania isolata che si mette a ridiscutere la distribuzione dei fondi del Recovery alla luce del nuovo bilancio dei morti?

Pensate che la Francia vi difenderebbe se qualcuno proponesse di ricalcolare i 209 miliardi alla luce del fatto che anche altri paesi hanno avuto molti morti (quando fu approvato il recovery la zona piu' devastata era l'Italia)? Guardate quanti morti ha la Francia ora, e scoprirete che loro avrebbero solo da guadagnarci.

Nell'appoggiare la narrativa americana, l'Italia da' una prova ulteriore di quella dissonanza cognitiva (voglio una cosa ma penso il suo opposto) che ne caratterizza la stampa:

  • vogliono che Biden isoli la Germania ma vogliono il recovery fund senza ridiscussioni delle quote.
  • vogliono andare in una guerra fredda ma non vogliono le durissime sanzioni dell'export contro Russia e Cina.
  • vogliono rifare la politica di Obama in Europa senza ricordare che la reazione tedesca fu un lungo periodo di austerity.

Un esempio e' la facilita' con la quale si e' bevuta la storiella della Van der Leyen che mette i controlli alla frontiera irlandese e tutti che si rivolgono incazzati contro di lei, Boris per primo, perche' sarebbe una violazione degli accordi del Brexit. La storiella sarebbe credibile, se non fosse per il fatto che ...

che Bruxelles non ha ancora firmato il Brexit.

Boris non puo' incazzarsi se “non si rispetta la Brexit”, perche' la EU non l'ha ancora firmata. E si legge di un europarlamento che non e' tanto felice di farlo. In che modo qualcuno a Londra possa fare la voce grossa a Bruxelles, almeno sino a quando non sara' firmato l'accordo, lo sanno solo i drogati che scrivono sui giornali italiani.

La verita' e' che quella scossettina ha convinto Boris il baldanzoso a darci un taglio su alcune narrative anti-EU che stava usando in patria. E vi basta leggere i giornali inglesi per notare la differenza.

Ma il problema e' quello: quale PCI avete in questa futura guerra fredda, che sia capace di tenere l'Italia con un piede in due staffe (Cina-Russia da un lato, USA dall'altro) , mentre tenete anche un altro piede nel Recovery Fund?

Questa e' la dissonanza cognitiva di cui soffrite, perche' isolare la Germania in europa e perdere il Recovery Fund, o vederlo ridimensionato, e contemporaneamente iniziare una guerra fredda con un crollo dell'export verso oriente, per l'Italia non e' esattamente un toccasana. Se poi pensate che Biden non ha alcuna chance di vincerla, questa guerra fredda, come non l'aveva Obama, e che verra' ricordato come “il clone di Obama col cazzo piu' piccolo”, davvero ne vale la pena?

La domanda e': ma i culi americani sono davvero cosi' buoni, da leccare?

Essendo un vecchio metalhead, su Marilyn Manson ho sempre tenuto un atteggiamento ondivago. Sebbene alcune sue idee mi piacciano “keep watering dead flowers” e' un'intervista da leggere, e alcuni brani (rari) mi piacciano, come “Spade”, quando parlo di metal sono piu' un tipo da Sodom, Slayer&co. Se andiamo sul Dark vado piu' su Dimmu Borgir o Dissection.

Svelato il mio bias, leggo in questi giorni che una sua ex fi-fi-fi-fidanzata (lo scrivo cosi' perche' si sono lasciati e ripresi 4 volte) sostiene che Manson l'avrebbe “abusata” , se non addirittura “sottoposta a lavaggio del cervello”.

Questo fenomeno di persone che si svegliano dopo 10, 15, 20 anni e puntano il dito non e' nuovo, ricorderete le 33 donne che accusarono Trump di molestie 20,25,30 anni fa, le stesse 33 denunce che i tribunali non accettarono perche' corroborate da nessuna prova. Oppure Daria Argento, che ormai fa prima a dirci chi NON l'abbia abusata (saremo in due o tre, credo, sul pianeta. According with her. ) invece di tenere il mondo immerso in questa insopportabile suspence.

Ecco, il problema di questo movimento, che definirei quello delle “Abused-Chic”, e' l'oscenita'. Mi spiego meglio.

Ogni giorno sui giornali leggiamo di femminicidi, violenze di ogni genere, stalking, e altro. Tralasciamo per un momento le persone morte, in quanto i segni di violenza sono evidenti.

Ma anche le donne sottoposte a stalking, quando andiamo ad indagare hanno sempre una storia: ricoveri al pronto soccorso , chiamate ai carabinieri, diffide di un giudice, eccetera. Poi che la legge in questi casi sia depotenziata e' un discorso diverso, ma il punto e' che la violenza lascia sempre segni. Segni che un investigatore, e persino un giornalista, alla fine trova. Quella volta che e' tornata a casa con un occhio nero. Quella volta che e' andata in ospedale per una “caduta”. Quella volta che piangeva e la madre le chiese cosa avesse.

E anche quando non ci siano danni evidenti sul corpo, per esempio nelle interviste alle vittime, si trovano sempre donne abbastanza “dimesse”: non per modestia cristiana, me perche' gli abusi devastano l'autostima delle persone. Occorre un durissimo percorso psicologico per riprendere l'autostima e fare delle ferite un punto di forza, come si e' visto con la Annibali o con Gessica Notaro.

Se poi l'abusatore e' un convivente, la vittima e' normalmente uscita da un inferno che comporta l'annichilazione dell'autostima, ed e' una cosa che si nota (usando quel minimo di empatia che fa di noi esseri umani, o semplicemente osservando il linguaggio del corpo).

La Abused-Chic invece e' diversa. Ha i poteri di ricostruzione e rigenerazione tipici di Wolverine. Mai stata in ospedale. Nessuna chiamata dei vicini alla polizia. Nessun parente che l'ha vista con un occhio nero. Nessuna diffida precedente del giudice. Mai chiesto aiuto a nessuno. Semplicemente invulnerabili.

Anche psicologicamente, l'abused-chic ha un comportamento stravagante. Da una storia di abusi escono di solito donne che denunciano alla polizia. Loro non denunciano mai nessuno alla polizia. Non ricorrono mai ad un tribunale. Sapete quante denunce alla polizia ha fatto Daria Argento? Nessuna. Per lo stato queste donne sono assolutamente inesistenti. Denunciano solo ai giornali, che evidentemente scambiano per tribunali. (Ed in un certo senso lo sono, peccato che il diritto alla difesa non sia previsto.)

L'abused-chic e' caratterizzata da una qualita' incredibile: mentre le vittime reali di un abuso domestico continuato vivono chiuse in casa, e normalmente tengono un profilo bassissimo per mancanza di autostima, queste hanno storie lunghissime con l'abusatore , storie che le vedono nella particolare posizione di fidanzata sorridente, make-up perfetto, presenza assicurata in ogni occasione mondana, red carpet da manuale, e peccato che normalmente il maschio abusatore sia gelosissimo. L'abusatore dell' abused-chic non e' mai geloso, mai possessivo, le lascia uscire di casa quanto vogliono con un bel budget illimitato per lo shopping. Coi soldi che hanno in tasca durante uno shopping potrebbero rifarsi una vita altrove, mentre le vittime di violenze reali sono normalmente incatenate all'abusatore da ragioni economiche.

Nelle vittime reali vediamo uomini gelosissimi, possessivi, che chiudono in casa le vittime, togliendo loro qualsiasi indipendenza economica. Ma le abused-chic trovano sempre abusatori di larghe vedute, ovviamente.

Anche le modalita' di “lavaggio del cervello” sono abbastanza strane. Mentre le vittime di lavaggio del cervello sono ridotte normalmente a vegetali e hanno bisogno di aiuto, queste qui lasciano l'abusatore 2,3,4 volte, come nel caso di Manson. E' il famoso “lavaggio del cervello che ti consente il vaffanculo secco”. E dico vaffanculo secco perche' di solito le donne abusate non possono (anche quando riescono) a mandare affanculo l'aguzzino: di solito in questi casi l'aguzzino impazzisce e si mette a fare stalking, se non di persona (Manson e' abbastanza vistoso) almeno telefonico.

Queste no: nonostante il lavaggio del cervello mandano affanculo l'aguzzino 2,3,4 volte, e dall'ultima volta non lo rivedono piu'. Aguzzini piuttosto “comodi”, perlomeno. Alle donne normali lasciare il tizio e non volerlo piu' vedere normalmente costa caro, purtroppo.

Ma c'e' un'altra caratteristica della Abused-chic: l'ex compagno e' sempre ricco, e si ricordano dei torti subiti solo quando l'ex si sposa un'altra.

Ecco, questo e' il motivo per il quale considero OSCENE le abused-chic.

  • Perche' la loro falsita' e' insultante verso le vittime vere. E' come Oprah che “sentiva sulla sua pelle le frustate contro i suoi antenati”, quando l'unica cosa che ha sentito sulla pelle sono i 19 estetisti che gliela tengono giovane , 2 volte al giorno. No, Oprah, non era il fastidio della liposuzione che atterriva le tue antenate.
  • Perche' le loro storie sono cosi' false che insultano l'intelligenza di chi ascolta. Una storia di abusi vera e' cosi' radicalmente diversa da quanto raccontano che si percepisce chiaramente un insulto all'intelligenza dell'ascoltatore, che lo mette immediatente sull'attenti.
  • Perche' vedere queste signorine da red carpet che escono illese da “anni di abusi” onestamente fornisce un messaggio “abbastanza pericoloso”: maddai, e' solo un graffietto. Passa in un giorno.

A questo si aggiunge un altro effetto che rende ridicole le abused-chic. Ed e' quando descrivono il comportamento dei maschi. Perche' sicuramente io come maschio non posso giudicare il comportamento di una donna abusata se non confrontandolo con quello di donne che sono evidentemente abusate (evidentemente=esistono prove materiali).

Ma c'e' una cosa che come maschio posso fare e una donna non puo' fare: posso giudicare se e' verosimile il comportamento del maschio abusatore nella storia raccontata. Perche' quello e' il MIO regno, e nessuna donna riuscira' mai a inventare una storia credibile sul comportamento di un maschio senza essere scoperta in 3...2...1...

Per esempio, quando ho sentito raccontare la storia di DSK mi e' venuto da ridere. Era cosi' piena di sbagli che veniva davvero da ridere. Non era credibile neanche a fare i salti mortali: il protagonista MASCHILE di quella storia era scritto male. Malissimo.

il punto debole di una finta storia di stupro non e' mai nel personaggio femminile. E' in quello maschile, che (se la storia e' finta) e' sempre scritto malissimo.

Ed e' solo un esempio di quanto terribili siano le donne nell'inventare una storia di stupro: non le si sgama osservando il loro comportamento , ma una storia di stupro e' inevitabilmente una storia che parla di un maschio, e per vedere se e' verosimile un maschio deve solo osservare il presunto comportamento del protagonista maschile.

(casomai qualche abused-chic si chiedesse come mai una giuria di maschi non le ha creduto, la ragione e' semplice: nella vostra favola avete scazzato completamente il protagonista maschile, che per forza di cose non sapete descrivere nelle reazioni fisiche).

Per esempio, le storie di Asia Argento sembrano veritiere quanto quelle di suo padre: quando sento la storia di lei che viene abusata da Weinstein mi scappa da ridere. Ci sono cosi' tante cose che un maschio non farebbe mai in quella storia, che in confronto Ron Hubbard sembra realistico quando scrive fantascienza.

Infatti, Asia Argento non lo ha mai denunciato se non sui giornali: non mi sento molto stupito di questa cosa. E sia chiaro: non sto dicendo che Weinstein non abbia stuprato nessuna: sto dicendo che non ha stuprato Asia Argento. Per il resto parlano gli atti, ovviamente.

E quando ho letto il racconto su Brizzi mi e' venuto da ridere. Ma davvero qualcuno ci ha creduto? Infatti Brizzi e' stato assolto con formula piena.

Quando sento una storia di stupro, non mi chiedo se e' credibile la parte della storia che parla della donna. Mi chiedo se e' credibile la descrizione del maschio. Perche' li' quello competente sono io. Perche' quello e' il mio mondo. Perche' so come pensa un maschio. Perche' so come lotta. Perche' so cosa prova il suo corpo. Perche' nessuna donna potra' mai inventare uno stupratore credibile: o ne ha visto uno, oppure non se ne parla.

Generalmente, le abused-chic credono di essere LORO le protagoniste principali di una storia di violenza, ma non si rendono conto del fatto che il protagonista della storia e' il maschio (e' la parte che agisce, non quella che subisce) e quindi cadono proprio su quello: nella storia che INVENTANO (perche' le abused-chic inventano quasi sempre) , il personaggio maschile e' scritto malissimo. Come e' ovvio. Non hanno mai indossato un corpo maschile.

Per cui, alle abused-chic do' alcuni consigli:

  • cambiate immagine per un pochino: non assomigliate per niente alle vittime di storie di abusi reali. Ne' per quanto riguarda i danni fisici, ne' per quanto riguarda gli effetti psicologici. Non funziona.
  • potete vincere solo battaglie in un particolare tribunale, cioe' quello in cui la vostra controparte non ha difesa. Ma in tribunale vero non funziona. (vedi Brizzi).
  • una storia di stupro e' per forza di cose il racconto del comportamento di un maschio. Se il fatto non e' vero, i maschi vi sgameranno in 5 minuti. Rinunciate.

In soldoni, alle Abused-Chic suggerisco una cosa. Quando inventate, raccontate di essere state abusate da una donna. Vi conviene, e se lo fate quasi nessun maschio riesce a sgamarvi (vi sgamano poi le altre donne) . Ma se mettete un protagonista maschio in una storia di violenza, dovete sapere come pensa un maschio quando lotta in uno scontro fisico, e poi dovete sapere come pensa un maschio che intende avere un rapporto sessuale riguardo al proprio corpo.

E non potete, semplicemente perche' non siete maschi. Non avete indossato un corpo maschile per anni e anni. Vi si sgama sui dettagli.

Le vostre storie saranno deboli: incominciate ad accusarvi tra voi, e' meglio.

Oppure lasciate le cose serie e gravi alla realta', e alla polizia. Ripeto, alla polizia.

Non ai giornali.

Che un abuso e' esattamente il film dove NON volete trovarvi. E specialmente, e' esattamente il film che non sapete scrivere. Kubrick puo' scrivere una storia di maschi violenti. Non la Rowling. Non per nulla il suo ultimo giallo fa semplicemente cagare.

Allora: siccome si parla ancora di questi piccoli privati che si incontrano su Reddit e si accordano per “assalire” un titolo al fine di farlo aumentare di valore (come e' stato fatto dai big con il titolo Tesla, per esempio) , ma siccome sono piccoli allora e' uno scandalo, vedo che l'opinione pubblica e' ancora infantile. E quindi, cari bambini, dobbiamo fare un discorso, io e voi. Parliamo di come nascono i capitalisti.

Allora: la prima cosa e' che non esiste piu' il capitalismo. Lo so che voi pensate che basti possedere dei soldi per essere dei capitalisti, ma se e' vero che i capitalisti possiedono soldi, non tutti quelli che possiedono soldi sono capitalisti. Per esempio, Assurbanipal possedeva soldi ma non era un capitalista.

Il capitalismo e' un fenomeno recente, descritto (anche) da Marx, che nasce in un preciso momento storico e muore in un preciso momento. I soldi, che esistevano anche prima del capitalismo, hanno continuato ad esistere anche dopo.E anche i ricchi. Ma non i capitalisti.

Allora, intendiamoci sui termini. Tl termine capitalismo indica, circa:

  1. un'economia nella quale chi possiede dei soldi liquidi puo' possedere un'azienda senza averla fondata, senza lavorare all'interno (neanche come dirigente, perche' nomina un CEO) , senza essere in alcun modo competente in quanto l'azienda fa. Tuttavia condivide il rieschio d'azienda in quanto se l'azienda va male le azioni calano di valore e lui ci perde.

  2. il capitalista accumula i propri liquidi intercettando la differenza tra il costo di produzione di qualcosa e il suo prezzo sul mercato. Costruire l'auto costa X, la vendo a X+10, mi resta in mano 10. Questo “plusvalore”, che poi e' semplicemente l' EBT, e' la fonte dei guadagni. Anche in questo senso, il capitalista ha un rischio personale, perche' deve fare in modo che l'azienda guadagni e sorvegliare che questo succeda: i soldi che rischia sono “suoi”.

Questa cosa nasce con le prime borse, in particolare quella inglese. Non esisteva prima , e non esiste piu' oggi.

Domanda: il capitalismo esiste ancora? Risposta: no.

  1. per finanziarsi, le aziende emettono oltre alle azioni , dei bond. Questo fa si che il finanziere possa comprare i bond al posto delle azioni. Guadagna ugualmente in interessi, ma anziche' socio diventa banchiere. Non essendo socio non condivide il rischio d'impresa. Il bond va pagato che l'azienda vada bene o vada male, e se fallisce esistono comunque i CDS. Le azioni invece perdono valore se l'azienda va male, mentre i bond possono crescere in rendimento se l'azienda va male. Niente rischio d'impresa come lo conosciamo, insomma.

  2. Dalla fine di Bretton Wood , la sorgente del capitale non e' piu' frutto del “plusvalore”, ma dei soldi stampati dalle banche centrali. Il capitale non nasce piu' come valore aggiunto, ma come decisione della banca centrale. Arricchirsi oggi non significa investire in un'azienda che vende molto con un buon margine, ma intercettare i soldi prodotti dalla banca centrale. Non esiste piu' rischio personale, i soldi non sono suoi, e la banca centrale comprera' i suoi debiti come “quantitative easing”.

Per esempio, Elon Musk e' molto bravo nell'intercettare questi soldi. Ogni volta che la banca centrale stampa soldi, li da' alle banche. (il cittadino non puo' chiedere soldi alle banche centrali). Le banche si chiedono come fare a farli rendere, decidono di far crescere il titolo Tesla (non usano Reddit, ma avranno qualche sistema loro per fare la stessa cosa) e si buttano sul titolo Tesla. Risultato: Tesla produce 10 volte meno auto di Toyota, (a contare solo le auto, senza considerare altri settori come agricolo, treni, pompe e macchine varie, etc) ma apparentemente “vale di piu”.

Stessa cosa per gli altri titoli Hi Tech, che crescono non tanto perche' sono bravi a fare prodotti (Facebook che dopo quasi 20 anni ha ancora problemi di sicurezza nel frontend, che e' praticamente identico, e' un esempio: google che ha dei blackout di ore, mentre la rete telefonica mobile sta su 24/7, e' un altro), ma perche' sono abili nell'intercettare i soldi stampati dalla banca centrale.

Ed e' per questo che tutta la ricchezza va a pochissime persone: i privilegiati che possono bagnarsi alla pioggia di soldi di una banca centrale che stampa moneta sono pochissimi: le aste sono riservate a pochissimi, solo le banche possono chiedere prestiti alla banca centrale a prezzi nulli, eccetera.

Poi questi pochi privilegiati “investono” soldi non loro in aziende cui gonfiano il valore, e se la cosa va storta la banca centrale comprera' i loro debiti in qualche operazione di QE. Niente rischio personale, niente rischio d'azienda. Non c'e' da stupirsi se diventano sempre piu' ricchi, e non c'e' da stupirsi se durante la pandemia, che ha costretto la banca centrale a stampare “stimoli”, siano diventati ancora piu' ricchi.

la differenza tra un ricco e un povero oggi sta nella distanza tra il proprio portafogli e la banca centrale. Un pochino come coi gradi di separazione: se sono uno, due o tre siete miliardari. Se sono di piu', siete poveri.

Per esempio:

  • Banca centrale –> Banche –> azioni = 2 passaggi = ricchezza.
  • Banca centrale –> Banche –> Venture capital –> Azioni = 3 passaggi = ricchezza.
  • Banca centrale –> Banche –> Prestito –> Investimento –> lavoro = 4 passaggi = working class.
  • Banca centrale –> Banca centrale –> Banche –> Prestito –> Investimento –> appalto –> lavoro = 5 passaggi –> miseria

L'ultimo passaggio e' quello che si chiama “gig economy” e vi dice perche' i fattorini delle pizze a domicilio siano pagati cosi' poco. E' importante per capire una cosa: anche se esistesse una rivendicazione sindacale o una coscienza di classe, nel senso classico, non servirebbe a nulla: i soldi a disposizione al quarto passaggio sono comunque pochi.

la rivendicazione socialista dei lavoratori e' inutile: sia il lavoratore che il datore di lavoro si trovano tra il quarto e il quinto livello di separazione dalla banca centrale. I soldi non sono li'.

Questo meccanismo NON ha quasi nulla a che vedere con qualsiasi cosa abbiamo chiamato capitalismo sinora, eppure rappresenta la stragrande maggioranza della ricchezza esistente sul pianeta: e anche su “esistente” avrei da ridire, visto che la quantita' di derivati ormai supera di un fattore 10 il Prodotto Interno Lordo del ... pianeta. Esistono ancora aziende che lavorano facendo cose, certo, come Toyota o Renault o altre, ma si tratta di aziende classiche, ormai marginali.

Detto questo, e' ovvio che ci troviamo in una situazione in cui pochi privilegiati, che hanno accesso ai primi tre passaggi della catena, possiedono tutti i soldi stampati dalla banca centrale.

Ma e' anche ovvia una cosa :

se la lotta di classe contro il capitalismo consisteva nell'appropriarsi dei mezzi di produzione, la lotta di classe oggi consiste nello scalare la catena che porta alla banca centrale (idealmente, ad impossessarsene).

E non sono io a dirlo. La disparita' cesserebbe, ovviamente, se i soldi venissero dati dalla banca centrale alle persone, secondo il concetto di Helicopter Money coniato da Milton Friedman, e riproposto da Bernanke durante le crisi. Il termine torna in auge proprio perche' nel mondo della finanza sono coscienti del fatto che il sistema di distribuzione degli stimoli va ad arricchire un certo numero di latifondisti, ma non beneficia le persone comuni.

Ma questo, appunto, non e' capitalismo: e' un mondo interamente nuovo, ove le vecchie teorie (marxismo compreso) non danno piu' risposte sensate o utili, e occorre farsi nuove domande e dare nuove risposte.

Andiamo adesso con gli scommettitori di Reddit. Si tratta di lotta di classe 2.0. E lo e' perche', come abbiamo detto, la lotta di classe consiste nello scalare la catena e diminuire i gradi di separazione con la banca centrale.

La scorciatoia e' tecnologica: piattaforme come RobinHood hanno creato piccole scorciatoie che permettono al cittadino comune di arrivare sino al terzo grado di separazione, il mercato azionario, ove c'e' ancora moltissima ricchezza.

Sia chiaro, la crepa esisteva gia' da prima, solo che era settaria: quando il cittadino americano va in pensione con un fondo 401K, che e' legato al mercato azionario, sta attingendo al valore medio pesato delle azioni (l'indice) e quindi e' gia' arrivato al terzo livello di separazione.

E' gia' esistita, ma solo dopo il “pagamento” di una vita di lavoro, una breccia che consentiva al cittadino di abbeverarsi al terzo livello di separazione dalla banca centrale. Solo che era una breccia riservata a chi aveva lavorato durissimamente e aveva versato l'obolo a un fondo pensionistico.

Le piattaforme come RobinHood invece fanno una breccia leggermente piu' ampia. Nel senso che non dovete per forza aver lavorato 40 anni , versando una tassa ad un fondo pensionistico, per arrivare a beneficiare del mercato azionario. Vi basta avere i soldi.

RobinHood pero' ha dei limiti: il regolatore non vuole che il cittadino irrompa al terzo grado di separazione , e ha posto un limite. Le aziende come robinhood vi fanno comprare le azioni in un momento X, e vi rendono i soldi in un momento Y, quando uscite. Ma che succede se il CEO prende i soldi anziche' comprare azioni e scappa , nel tempo tra X e Y? Allora c'e' un limite: l'azienda deve poter restituire i soldi al cittadino, e quindi deve avere liquidi che corrispondono alla quantita' di soldi investiti tra X e Y. In senso inverso: non puo' investire, tra X e Y, piu' di quanti liquidi abbia a disposizione. Se RobinHood ha liquidi per , diciamo, 4 miliardi di dollari, tra il momento X e il momento Y non puo' comprarvi piu' di 4 miliardi di azioni.

Per questa ragione, e non per oscuri complotti, ha dovuto fermare gli acquisti. Questo non significa che questo sistema NON favorisca i grandi: li favorisce eccome. Ma non e' colpa di Robin Hood: le leggi sul capital gain sono queste da decenni. Rivolgetevi al legislatore se volete cambiarle.

Ma torniamo a bomba: si, nel nuovo mondo questa e' lotta di classe. Le persone comuni stanno usando la tecnologia per beneficiare della pioggia di soldi che parte dalla banca centrale, soldi dei quali si perde traccia dopo il terzo grado di separazione.

Hanno aperto una piccola breccia nel muro che li separa dal paradiso ove la pioggia di soldi della banca centrale arriva copiosa.

Adesso occorre chiudere il cerchio: da dove arrivano quei soldi investiti? E' semplice: negli scorsi mesi di epidemia ci sono stati degli stimoli da parte delle banche centrali. (si, su Reddit ci sono anche europei, e molti!) i quali hanno dato cash in mano a chi aveva l'azienda chiusa.

Ora, se pensate a chi ha ricevuto “i ristori”, ha l'azienda chiusa (cioe' non ha spese), ha lo stato che paga la cassa integrazione ai dipendenti (non deve pagare stipendi) e non ha cartelle esattoriali da pagare (bloccate) come e' successo in Germania a chi ha ricevuto il 75% del fatturato durante il lockdown, si trova dei bei soldini in tasca, ed e' a casa senza nulla da fare.

Se questa persona ha accesso a Reddit, puo' investire quei soldi stampati dalla banca centrale in queste operazioni, e farci dei bei soldini.

E quindi, succede questo: soldi della banca centrale (i pochi che arrivano ai cittadini sotto forma di aiuti) stanno venendo usati per entrare nel paradiso della pioggia dorata della banca centrale (LOL!) , e prendere altri soldi.

Se non e' lotta di classe 2.0 questa, ditemi cosa lo e'. Anche se, essendo necessario un minimo di liquidita' per entrare, sembra piu' una rivoluzione francese del terzo stato. Ma e' solo questione di tempo, e il quarto stato si fara' sentire, se necessario a debito.

Ovviamente i grandi collettori di soldi della banca centrale (infatti userei “collezionismo” anziche' “capitalismo” per definire questo sistema economico) si lamentano. Per diversi motivi.

  • soldi della banca centrale che i “grandi” volevano tenere finiscono ai cittadini.
  • gran parte dei giocatori sono europei: gli stimoli sono arrivati all'uomo comune piu' in europa che in USA.

La maggior parte dei giocatori di Reddit sono, infatti, europei. Gente che in Germania ha avuto i ristori per il 75% delle spese, la cassa integrazione e ad azienda chiusa non paga tasse. Gente che aveva un piccolo albergo, ha licenziato i dipendenti che erano in minijob (tanto hanno i sussidi), e ora ha l'albergo chiuso a fare polvere, e si prende il suo bel centomila in cassa senza spese. E ora gioca su Reddit. Ma negli USA i soldi degli stimoli NON sono mai arrivati nelle tasche dei cittadini. Quindi il sistema USA sta perdendo soldi verso l'Europa. E questo fa rosicare molto.

Ma tornando a noi, il punto e' semplice:

  1. il capitalismo e' stato sostituito da un sistema che definirei “collezionismo” o “incettivismo”, perche' colleziona (o fa incetta) dei soldi che la banca centrale stampa.
  2. in questo sistema, sono i gradi di separazione dalla banca centrale che determinano chi e' ricco e chi no.
  3. la lotta di classe consiste nel rompere le barriere che tengono il cittadino comune lontano dal fiume di soldi della banca centrale.
  4. la tecnologia fintech e' lo strumento chiave per questa lotta.

detto questo, non ho altro da aggiungere.