Il partito dei Ferragnez.

Vedo molta eccitazione riguardante il fatto che i Ferragnez hanno comprato un dominio. Considerato il costo medio di un dominio, in termini di CRM (ne ho gia' parlato) direi che l'investimento si sia gia' STRApagato.

Attenzione, perche' se funziona cosi' bene , il giorno che apriranno un sito tipo LaFerragniPerLanticristo.net succedera' un casino. Direi che il rapporto tra spesa e revenue sia stato strepitoso.

Sembra essere il tema caldo, perche' alla fine dei conti si dice che il numero di followers dei ferragnez sia enorme. Ed e' vero.

Ma e' solo meta' della verita'.

Il problema non e' che il numero di followers dei ferragnez e' alto.

Il problema e' che il numero di followers "utili" dei partiti e' basso.

Allora, ci sono 46 milioni di elettori. Di questi, 16 milioni (dati ISTAT) sono pensionati. Vi sembrera' un dato irrilevante, ma i pensionati non lavorano.

Significa che non sono la gente che trovate in ufficio, la gente che guida la mattina nel traffico, la gente che trovate dietro al bancone in negozio, insomma la gente attiva.

Rimangono circa 30 milioni di persone su 60 milioni. Un deficit demografico assurdo. Adesso arriva la Lega e mi dice che ha il 20% circa . Siamo circa 6 milioni di elettori , di cui mediamente solo la meta' attivi , gli altri sono pensionati. (supponendo una distrubuzione standard: secondo me i pensionati tra gli elettori della lega sono ancora di piu', altrimenti non sarebbero fissati con la Fornero).

Ma cosa significa? Che se non andate in giro a sfondare le porte nelle case dei pensionati,  la vostra probabilita' di incontrare dal vivo un leghista nella vita reale sono BASSE.

In soldoni: la Lega ha un impatto elettorale di qualcosa attorno al 20%, mentre ha un impatto sociale che sta attorno al 7/8%.

Ho fatto l'esempio della Lega ma potrei fare qualsiasi altro esempio con un partito a caso. Sono i padroni della politica, ma i signor nessuno della societa' reale.

Se mettiamo insieme Meloni e Salvini apparentemente gli sta dietro il 40% delle persone. Ma nelle interazioni personali, e nel comportamento medio della popolazione pesano molto meno: i flop delle loro manifestazioni sono evidenti. Questo e' dovuto ad un sistema elettorale che ha un deficit di democrazia mostruoso e mostra una societa' MOLTO piu' a destra di quanto non sia realmente.

la audience di un influencer come la Ferragni e' molto piu' "neutrale" , ma nello stesso tempo si concentra molto tra la popolazione ATTIVA oggi, e in quella attiva DOMANI, cioe' i minorenni col cellulare.

Che sono rappresentati pochissimo dai partiti, e ancora meno dai partiti di destra.

Ricordate il primo Berlusconi? Riusci' a spacciarsi per il partito degli imprenditori, che invece non votavano per lui, mentre era principalmente un partito di pensionati e di casalinghe televisive. (non per nulla i sindacati lo odiavano: gli aveva sfilato i pensionati).

Il risultato era che gli imprenditori non si comportavano come lui voleva, non assunsero mai il milione di posti di lavoro, eccetera.

Perche' c'e' un problema: la popolazione attiva vota piu' di una volta:

  • quando vota
  • quando spende
  • quando investe
  • quando agisce nel quotidiano

tutti questi comportamenti compongono "la societa' " come la viviamo quotidianamente. La raffigurazione politica invece e' mendace perche' tiene conto di risultati elettorali che tengono conto del pensionato inattivo  e (specialmente in Italia) solo. E se includessi anche l'astensione sarebbe ancora peggio: i partiti non pesano piu' nella societa', pesano solo in politica, e solo con un sistema elettorale distorsivo.

Il problema e' che questo non succede ne' agli influencer ne' ai grandi brand. Loro sanno bene con chi parlano. Sanno bene che Facebook e' il social dei vecchi e la TV ha una audience di vecchi e casalinghe inattive, mentre Instagram e TikTok rappresentano la parte piu' attiva della popolazione.

Ad essere virtuale, non reale, oggi e' la politica.

Questa e' la ragione per cui i Ferragnez fanno paura.  

Sono piu' reali della politica, perche' per fare soldi VERI devono parlare con chi li ha davvero. Per influenzare il comportamento devono parlare con chi si comporta, non con l'anziano che sta tutto il giorno a casa.

Capiamoci: alla Ferragni del pensionato che ha 600€ di potere di spesa non frega niente. Non gli fa i numeri che vuole. Il follower della Ferragni ha potere di spesa, lavora, spesso investe  e spende.

Il problema, il motivo per cui l'idea di un blog politico di Fedez fa paura, e' che colpisce la popolazione attiva. Non e' l'impatto elettorale, ma quello SOCIALE.

I partiti sono grandi solo in senso politico. Se li trasferiamo nella dimensione sociale, sono dei nanerottoli in confronto agli influencer e ai brand.

vediamo di capire per quale motivo pesa. Facciamo il caso di un Brand: Barilla.

Nel 2013, per inseguire il delirio leghista e populista , Barilla si lancio' in una campagna omofoba di tipo leghista, con dichiarazioni tipo "ma noi facciamo solo pubblicita' con famiglie tradizionali, senza famiglie gay".   A pensionati e alla destra leghista piacque tantissimo.

La reazione della societa' attiva fu tale che  Barilla fu costretta a capitolare, licenziarono il responsabile alla comunicazione e gia' nel 2015 divenne la societa' con la comunicazione piu' Gay Friendly del paese. Perche'?

Ovviamente, perche' a livello di marketing si resero conto che la societa' attiva, il loro cliente, era tremendamente diversa dal panorama politico.

Una comunicazione che avrebbe fatto guadagnare voti a Salvini faceva perdere clienti a Barilla.

Questo e' il punto.

I partiti non rappresentano la societa' reale, che e' guidata e plasmata SOLO (o prevalentemente) dalla popolazione ATTIVA: chi lavora, fa figli , apre aziende, spende, investe, si trova con altri per un calcetto, eccetera.

Quando un partito politico si scontra con questo fatto di solito parla di "lobby gay" o di "lobby del gender", ma alla fine dei conti si sono semplicemente scontrati col TREMENDO GAP che passa tra la rappresentazione politica della societa' (il voto) e la societa' reale, dove moltissimi elettori (i pensionati) votano solo nelle urne, ma non sul mercato e raramente nel quotidiano.

Un partito come la Lega, o come anche il PD, vive in un mondo virtuale fatto di schede elettorali. Credono davvero che la loro percentuale elettorale sia l'impatto reale che hanno sulla societa' reale.

Non si rendono conto che sia almeno dimezzato dal numero di pensionati, e incompleto per via del numero di giovani non votanti.

Il disastro viene quando, nel conflitto , per giustificare la sconfitta si trovano ad inventare lobby. Se osservate i due partiti convinti di avere un impatto del 40% sulla societa' attiva, ogni volta che si scontrano con la societa' reale (quando gli falliscono le manifestazioni e gli scioperi novax, quando il gay pride riempie le strade e la loro contromanifestazione fa quattro gatti, quando i loro comizi sono vuoti) dicono sempre le stesse cose:

  • e' il complotto della lobby gay
  • e' il complotto della lobby comunista
  • e' il complotto delle elites
  • e' il complotto del big pharma
  • e' il complotto di XYZ.

ed il motivo per il quale ripetono allo sfinimento di rappresentare il paese reale, di dire quello che dicono tutti, e' che le cose stanno esattamente al contrario, e per far credere una balla occorre ripeterla allo sfinimento, diceva Goebbels.

Ecco il problema dei ferragnez: per fare soldi veri si sono radicati nella societa' vera che questi soldi li ha. Mentre i partiti, per fare voti, si sono radicati tra i pensionati e gli inattivi in genere (disoccupati ed altri).

Lo scontro fra popolazione attiva e popolazione inattiva lo vince sempre la popolazione attiva, come nel caso di Barilla.

E i ferragnez fanno paura non tanto perche' sono popolari, ma perche' potrebbero accendere lo scontro.

Perche' socialmente parlando ci sono pochi tipi di persone che offendono/picchiano i gay per le strade, oggi.

  • i disoccupati
  • i precati
  • i pensionati

ma se chiediamo a qualsiasi potere economico e a qualsiasi brand  quanto gradisce queste due categorie, la risposta e' spaventosa. E non hanno un vero potere perche' votano una sola volta.

Un messaggio politico che fa guadagnare voti a Salvini e Meloni fa perdere clienti alle imprese.

Questo e' il punto, che i leghisti (incapaci di capire la differenza tra societa' e politica) attribuiscono alle "lobby gay" o alle "lobby X" ogni volta che si scontrano con questa realta' economica.

Nella politica contano i voti. Nella realta' contano i clienti paganti. Uno scontro con un influencer come i Ferragnez mette clienti contro elettori.

E chi vince, lo sappiamo.

Se il Fedez aprisse solo un blog politico, senza per questo formare un partito, potrebbe scatenare lo scontro fra l' Italia attiva e l'italia politica.

E questo li fa cacare sotto: perche' il Re e' nudo, i partiti non dicono "quello che dicono tutti" e non parlano "a nome del popolo". Per un cazzo. Questa e' la loro narrativa, ma funziona solo coi vecchi.

E c'e' il rischio che un influencer lo faccia notare.

I partiti politici sono , ormai, zombie. Come gli zombie, non muoiono. Ma come gli zombie, non sono piu' vivi.

Loweel

Loweel