italia · politica · bar

Del Generale Spread, e dei suoi fan.

Una delle opinioni piu’ gettonate nel web “colto” (ah ah ah) e’ che presto arrivera’ una botta di spread tale da devastare il governo in carica e (quindi?)di riportare in carica i suoi oppositori. Sebbene sia chiaro che con la fine del QE il costo del debito aumentera’ , e quindi e’ assolutamente plausibile che entro fine anno lo spread arrivi a livelli “naturali” per il debito italiano (attorno al 500) , quello che manca a queste persone e’ l’idea che il”dopo” e il “prima” non sono mai uguali.

C’e’ un errore di fondo in questa credenza. L’errore di fondo e’ il tradizionalismo, cioe’ la convinzione che il futuro possa essere uguale al passato.

Immaginiamo una persona che abbia studiato un anno per ottenere un dato certificato, o diploma. Supponiamo che si dica “beh, se vengo bocciato , torno alla situazione di un anno prima”. Certo: se come unico parametro usiamo il numero di diplomi, e’ assolutamente vero. Ma se allarghiamo un pochino lo sguardo, otteniamo che le cose non stanno cosi’: non siete tornati indietro di un anno, avete perso un anno. Non diventerete di un anno piu’ giovani il giorno della bocciatura, solo perche’ siete tornati nello stato di un anno prima. Avete perso un anno.

Un anno nel quale sono accadute delle cose.Sia a voi che ad altri.

Allo stesso modo, possiamo provare ad immaginare cosa succedera’ in caso quando il generale Spread decidera’ di dire basta a questa buffonata. Innanzitutto, non sara’ l’ “Europa” a dire basta. Saranno i mercati. Le banche italiane sono cosi’ piene di debito che nessuno gli presta soldi. Non se li prestano neppure tra loro. Nel momento in cui finisse il QE, le loro azioni crolleranno.

Quindi stiamo parlando di un disastro borsistico concentrato sulle banche “sistemiche” italiane.

E qui bisogna aprire una parentesi: lo spread italiano non e’ attorno al 250 come dicono. O meglio, lo e’, ma e’ un dato distorto: si tratta di 250 + un intervento distorsivo della BCE. Senza “il bazooka di Draghi”, dovete considerare almeno un 200 punti. Si, ci sono discussioni su questo: alcuni dicono che la BCE valga 100 punti, altri dicono che ne valga 300.

Quindi, nel momento in cui la BCE smettera’ di comprare i titoli, lo spread andra’ almeno a 350, forse a 550 a seconda delle ipotesi.

Quindi, dicevo: banche italiane in crisi e borsa a pezzi.

A quel punto arrivano i sostenitori del Generale Spread che dicono “questo fara’ cadere il governo e si tornera’ ad un governo di tecnici, ove saranno chiamati quelli che, in fondo, sono stati al governo prima di loro”. Ci sono due scuole di questo pensiero: quelli che credono che un simile governo sia automatico (=non bisogna fare niente), e quelli che credono che occorra “tenersi pronti” per cogliere la palla al balzo e dire un grande “ve lo avevamo detto noi”.

Qui poi si entra nei deliri, tra quelli che dicono “si andra’ a votare e allora Renzi scendera’ il campo col suo partito”, e quelli che invece pensano “ma Cottarelli e’ li’ in panchina e sara’ il nuovo Monti”.

Tutto questo non tiene mai in considerazione il fatto che di fronte avete dei partiti populisti. E i partiti populisti non sono partiti che si comportano come gli altri.

L’esempio piu’ tipico di questo fatto e’ il Venezuela, ma potremmo citare anche la Grecia. Quello che e’ successo in entrambi i casi e’ che il populista di turno e’ rimasto al potere (e quando mai gli capita piu’ una chance del genere?) , e ha dato la colpa a qualcun altro.

Quello che succedera’ e’ che la stampa (che e’ lottizzata da ALAM e quindi seguira’ i bisogni del governo)

dicevo, la stampa iniziera’ ad accusare il malvagio straniero, esattamente come hanno fatto Maduro, Tsipras e tutti gli altri. I colpevoli non saranno i mali del paese, non sara’ una classe di imprenditori impreparata e provinciale, non sara’ una popolazione di evasori , corruttori, corrotti e maiali senza coscienza. No. Sara’ il malvagio piano dello straniero di conquistare la Patria e limonare tua sorella.

E non illudetevi che non funzioni: se e’ possibile scatenare l’odio della popolazione contro i neri, e’ possibile scatenarlo contro qualsiasi altra popolazione. Quello sui neri e’ un test: stabilito che la popolazione italiana e’ molto permeabile nell’odio xenofobo, questo e’ quello che faranno, e funzionera’.

Dopodiche’, faranno quello che si e’ fatto in Venezuela e in Grecia: si taglieranno i coglioni un pezzo alla volta, dicendo che questo fa un grandissimo dispiacere alla odiata moglie. E dipingeranno ogni pezzo di minchia che si saranno amputati come una vittoria strategica, totale, inesorabile. Preparatevi a vedere quanto dispiace alla Merkel che l’industria italiana e’ al collasso e viene nazionalizzata. Si sciogliera’ in lacrime, davvero. Preparatevi a vedere quanto dispiace alla Merkel che milioni di italiani di buona formazione tecnica (che verranno dipinti come “traditori della patria”) lascieranno il paese per distribuirsi in Europa, prova provata di come il paese stia venendo depredato. E quando crolleranno gli investimenti stranieri, non vi diranno “ci siamo tagliati una fetta di minchia”, ma “guarda come abbiamo cacciato via quel prepuzio traditore al soldo dello straniero”.

Funzionera’? Certo che funzionera’. Ha funzionato in Grecia e ha funzionato in Argentina e ha funzionato in Venezuela e funzionera’ anche in Italia. L’odio verso lo straniero funziona sempre.

Ovviamente, nel gioco ci sono anche gli stranieri.

Innanzitutto, quanto tempo impiegheranno prima di reagire? Beh, tutto quello che gli fa comodo.

Le potenze dominanti in Europa sono due: Francia e Germania. Quanto tempo aspetteranno prima di muoversi?

  • La Germania sa che una crisi italiana fara’ abbassare di valore l’ Euro, e per qualche mese fara’ molto comodo all’export. Personalmente stimo da 8 a 12 mesi prima che qualcuno si muova davvero a Berlino. Alcuni stimano dai 12 ai 24.
  • La Francia ha nelle imprese italiane il concorrente piu’ scomodo. Una disintegrazione del sistema industriale italiano fa loro comodo per comprare aziende italiane e liberarsi dai concorrenti. Per loro la crisi italiana puo’ durare all’infinito.

In questo si aggiungono due eventi: il brexit e le prossime elezioni europee. Il problema e’ che i sovranisti europei non hanno molti alleati, e la cosiddetta “alleanza sovranista” e’ impossibile perche’ e’ una contraddizione in termini. Qualsiasi cosa succeda alle prossime elezioni europee, succedera’ che la rappresentanza italiana in Europa diventera’ una barzelletta. Ma se anche si scardinasse completamente il parlamento europeo portando i sovranisti alla vittoria, la situazione non cambierebbe molto, perche’ i mercati reagirebbero in maniera ancora peggiore, e a pagare sarebbero sempre e comunque i paesi deboli, cioe’ quelli col debito piu’ alto.

Adesso veniamo ai sostenitori del “generale Spread”.

Secondo loro, avverra’ che:

  1. Lo spread salira’ a livelli preoccupanti , allarmanti, insostenibili (quasi certo)
  2. Il Presidente della Repubblica , d’accordo con il presidente del consiglio, imporra’ un rimpasto digoverno. (ah, ah ah!)
  3. Il presidente della Repubblica, d’accordo con il Presidente del Consiglio, sciogliera’ le camere. ( what?)
  4. Il presidente della Repubblica imporra’ un governo a-la Monti, coi vecchi partiti piu’ la sinistra di M5S, e altre creature mitologiche.(wie, bitte?)

Allora, sulla voce “1” non ci sono quasi dubbi.

Sulla voce due, mi faccio una grassa risata. Uno , perche’ il presidente del consiglio e’ un grembiulino. E non prende ordini da nessuno, che non siano altri grembiulini. Secondo, perche’ per gente organismi come Di Maio e Toninelli un’altro treno del genere nella vita non passera’ mai piu’. Col cavolo che molleranno la poltrona.

Sulla voce tre mi viene da ridere ancora di piu’. Le “raffinate menti del bar Sport” che straparlano di questo credono davvero che la risposta adatta ad una crisi finanziaria siano elezioni anticipate? . Sul serio? Cioe’, i mercati reagiscono male ad un momento di chiara incertezza sul futuro, e tutto quello che sapete fare e’ fornire un’ulteriore scommessa sul risultato elettorale? Ah ah ah.

La quarta e’ pura fantascienza. Innanzitutto, non esiste alcuna “sinistra grillina”. Esiste un partito che ha attratto i cosiddetti “rapanelli” che prima votavano a sinistra, cioe’ la feccia democristiana che si era travestita da progressita pur di militare nel PD. Ma oggi che hanno trovato il coraggio di togliersi la maschera da progressisti e apparire per quello che sono, quelle persone non torneranno mai indietro. La sola cosa piu’ dura di entrare a scuola al mattino, e’ tornare in classe dopo la ricreazione. Chi pensa che esista una “sinistra grillina” solo perche’ alcuni sono passati da PD ad M5S non ha capito una cosa. Che nel PD quella gente non ci stava bene, e la maschera progressista che indossavano stava loro stretta. Molto stretta.

Ora che se la sono tolta,dopo un anno di frittatoni di cipolla e rutto libero, non torneranno certo indietro.

Concludendo: arrivera’ presto il Generale Spread. Ma non succedera’ quello che sperano coloro che sperano in un Monti bis. Quello che succedera’ sara’ un Maduro bis. Succedera’ che arriveranno i puri piu’ puri che ti epurano a prendere il posto di quelli che sinora hanno indossato una maschera di presentabilita’. Succedera’ che sara’ tutta colpa degli stranier cattivi, di Soros e del liberismo e della Germania e dell’Europa. Un popolo di innocenti martiri in un pianeta di malvagi.

Perche’ nessun disastro arriva per portare le cose indietro nel tempo.

Il tempo va in una sola direzione, e il futuro e’ SEMPRE diverso dal passato.

E tutti, ma proprio tutti, paesi e persone, nel lungo termine avranno SOLO quello che hanno costruito.