Nella discussione che verte sugli avvenimenti politici ci stiamo dimenticando, e lo stiamo facendo volontariamente, del fattore scatenante. Diciamo che “le socialdemocrazie stanno morendo” senza dire il perche’. Diciamo “il populismo sta vincendo” senza dire il perche’. Beh, adesso diciamolo : “la democrazia sta per morire. E questa volta non tornera’ mai piu’. ” . Ma per farmi perdonare, io diro’ perche’.

Diseguaglianza economica e sorveglianza elettronica.

La diseguaglianza economica, il fatto che pochi possiedono quasi tutto e molti quasi nulla, e’ la causa della morte della democrazia. La sorveglianza elettronica e’ il motivo per il quale la democrazia , se cade, non tornera’ piu’.

Iniziamo dalla sorveglianza elettronica.

Su questo e’ facile scrivere. Se negli anni 40 del secolo scorso per trovare Anna Frank occorsero due anni, oggi bastano venti millisecondi. E non illudetevi: se anche voi non avete il cellulare, ci sara’ sempre qualcuno che si scatta un selfie inquadrando un pezzo del vostro viso dietro ad una finestra. Ci saranno sempre i consumi elettrici stravaganti di una casa ove dovrebbero vivere X persone e invece ne vivono di piu’. Se anche fate tutto a voce, ci sara’ sempre qualcuno che parla al telefono vicino a voi in qualche momento, e il suo microfono ascolta anche la vostra voce. Non importa che abbiate o no un cellulare voi in persona: se ce l’hanno tutti quelli che vi circondano, e usano un social, e’ uguale.

I cellulari che hanno il riconoscimento facciale hanno la camera sempre aperta e tracciano ogni faccia vedono.Se anche non aveste il cellulare voi e viveste senza, vi basterebbe camminare in un luogo abitato per essere tracciati mille volte. E’ vero che ci sono molti falsi positivi, ma incrociando dati (in media, solo il 30% degli rfid vengono rimossi dai vestiti e dalle scarpe, per dirne una) e’ possibile venirne a capo.

Quindi, punto primo: quando morira’ la democrazia, questa volta e’ per sempre. Non potete piu’ fare i partigiani. Non potete piu’ fare i dissidenti. Non potete piu’ nascondervi. Siete profilati psicologicamente, come insegna il caso di Campbridge Analitica. Sanno che siete potenziali oppositori del regime PRIMA che lo sappiate VOI.

Quindi, punto primo: quando finira’ la democrazia in occidente, questa volta finira’ per sempre. Le tecnologie di sorveglianza di massa sono ad un livello tale che il nuovo nazismo non finira’ MAI. Secondo, questa volta comincera’ dagli USA. La nazione militarmente piu’ potente del mondo. E se anche la Cina crescesse, di sicuro non sara’ l’alfiere della democrazia. E’ una dittatura. Nessuno verra’ a salvarci, questa volta.

Andiamo alle disuguaglianze economiche. Pochissime persone possiedono quasi tutto. Qui la mappa mondiale , costruita usando il coefficente di Gini. Si legge cosi’: se e’ a 0, tutti sono uguali. Se e’ a 1, allora una persona possiede tutto e gli altri nulla. Insomma, piu’ basso e’ meglio.

Come vedete, gli USA sono vastamente fottuti, le disuguaglianze sono ancora peggiori che in Russia. So che l’obiezione sara’ che il coefficente di Gini peggiora con la dimensione delle nazioni, ma vi faccio presente che l’India e’ in condizioni di equita’ migliori rispetto agli USA, e ha un miliardo di abitanti.

Perche’ dico che sono fottuti? Perche’ la politica in qualche modo rispecchia sempre la situazione sociale. E’ noto che un corposo ceto medio e quindi un basso coefficiente di Gini siano garanzia di liberta’ e diritti civili. Al contrario, e’ noto che senza ceto medio, cioe’ con un coefficiente di Gini piu’ alto, democrazia e diritti civili collassano e si va al fascismo.(cit:  Paolo Bellucci e Paolo Segatti, 1968-2008 dall’appartenenza alla scelta (entrambi pubblicati nel 2010 da Il Mulino, La coscienza di un liberal, Laterza 2009 – Paul Krugman, Nobel per l’Economia).

Allo stato attuale, una stratificazione di privilegi fiscali a favore del capitale immobiliare e della proprieta’ sta accumulando tutti i beni nelle mani di pochi. Se una societa’ col ceto medio si mappa bene con la democrazia, una societa’ priva di ceto medio, con pochi ricchi e molti poveri, si mappa SEMPRE come fascismo.

Il motivo e’ molto semplice: supponiamo che esista una democrazia rappresentativa ove pochi possiedono tutto e molti non possiedono nulla. Ovviamente, in questa societa’, i molti che non possiedono nulla voteranno partiti che propongono un welfare possente, che andra’ finanziato usando le tasse , che colpiranno inevitabilmente i ricchi possidenti: la cosiddetta “patrimoniale”. Siccome i ricchi possidenti non vogliono essere colpiti, immediatamente finanziano quei partiti che sopprimono la democrazia, comprano la stampa, e questo risulta in un sistema fascista. Storia, peraltro, gia’ vista.

E rivista, dal momento che sta accadendo sotto i vostri occhi in Italia.

Sinche’ questa economia e’ dominata da un’ideologia che vieta di tassare le corporazioni, le proprieta’ immobiliari e i patrimoni, la situazione peggiorera’ sempre di piu’. Siccome gli ascensori sociali sono fermi, e rimangono fermi perche’ i pochi possidenti mirano al monopolio, inevitabilmente nascono partiti che promettono al popolo un welfare piu’ possente (per esempio, il reddito di cittadinanza). E se i primi falliranno ne nasceranno altri , ancora piu’ radicali. Presto i partiti che rappresentano i ricchi e gli evasori si rivolteranno contro i partiti che propongono un welfare pesante, per paura delle tasse. Finanzieranno partiti fascisti e li sdoganeranno sulla stampa che ormai possiedono.

Mi spiace, ma non scommetterei in un occidente democratico da qui a 15 anni: o ci si rende conto che il liberismo ha fallito, e porta ai monopoli, e che questa e’ un’emergenza, oppure entro 15 anni l’intero occidente sara’ fascista. Non ci sono chiacchiere che tengono: la storia e’ fatta della fisica del mondo, e l fisica della narrativa se ne infischia. Se aumenta il coefficente di Gini si va verso il fascismo.

E come ho detto, per via delle tecnologie in gioco (e per via del fatto che il fascismo avanza di piu’ nel paese militarmente piu’ forte del mondo) questa volta e’ per sempre. Se la democrazia cade ora, coi moderni sistemi di sorveglianza di massa e di Big Data/Machine Learning, non esistera’ alcuna “resistenza”. Mai.

Questo e’ quello che sta per succedere. Non credo assolutamente che i saccenti farlocchi , liberisti o altro, si decideranno mai a capire l’urgenza del problema. Non la capiscono, e quando la segnalate rispondono con “more of the same:” ancora piu’ liberismo. Come se il problema potesse essere la soluzione.

vedo chiaramente, in queste condizioni, la morte (e intendo morte definitiva) della democrazia in occidente, nel raggio di uno, al massimo due decenni. I farlocchi populisti proveranno ad introdurre piu’ welfare a debito, i mercati li puniranno, allora tenteranno di introdurre piu’ welfare usando strumenti fiscali, e le classo dei ricchi manderanno al potere dei fascisti, sostenendoli. Storia gia’ vista. Sappiamo come funziona. Non so quali siano i nomi e come si chiameranno i nuovi fascisti, ma sono dettagli. Forse nel nord europa arrivera’ qualche anno dopo. Ma non cambia tantissimo.

Cosa mi consola? Beh, la prima cosa e’ che avro’ una morte degna. Essere ammazzato per le tue idee e’, tutto sommato, di gran lunga meglio che morire in un ospizio, o di Alzheimer, o di cancro, o di semplice vecchiaia. Diciamo che e’ una morte degna. E non ho dubbi che, visto il mio temperamento e la mia irrequietezza, verro’ ucciso da “qualsiasi cosa andra’ al potere”. I miei occhi vedranno un grande giorno.

La seconda cosa che mi consola e’ che saro’ in buona compagnia. Molti fessi voteranno i nuovi fascisti sperando di mantenere le poche briciole di ricchezza che ancora possiedono. Ma non si rendono conto che la presa di potere e’ un ascensore sociale. Come successe col fascismo, si arruoleranno nel partito del vincitore tutte le mezze seghe del paese. Le mezze seghe vorranno arricchire, e non potranno di certo farlo a spese dei ricconi che mantengono il regime: quindi lo faranno a spese dei fessi che li hanno votati per difendere le loro ultime, piccole proprieta’.

Conosciamo la musica: negozi espropriati agli ebrei, ebrei espulsi dai posti pubblici, sequestri dei beni per “attivita’ antifasciste”, “posti riservati ai reduci della guerra di Spagna”, “posti riservati a chi ha fatto la Marcia su Roma”, “riforme agrarie che tolgono la terra ai grossi contadini MA NON ai latifondisti”, eccetera”. Storia gia’ vista col fascismo. Espropri con ogni scusa, per nutrire una nuova classe di farlocchi in carriera.

Quindi e’ vero, verro’ quasi sicuramente ucciso, ma insieme a me ci saranno altri, che non moriranno perche’ sono sovversivi o perche’ non obbediscono o non si piegano. Ci saranno quelli che hanno fatto gola a qualche coglione di fallito nullatenente che oggi ha una nuova uniforme del partito e ha deciso che “questo lo espropriamo perche’ fa attivita’ antifasciste”. Quello stesso fallito che hanno votato, _credendo di poterlo controllare.

Entrero’ nella camera a gas con quelli che hanno votato il regime credendo di difendere la casa (abusiva) al mare e l’auto intestata all’azienda dalle grinfie dei malvagi comunisti.

Spero che ci siano anche degli “economisti” , specialmente liberisti, con me nella camera a gas. Perche’ coi fascismi chi vuole troppa concorrenza muore tale e quale al comunista. Spero di morire un secondo dopo di loro, solo per vederli soffocare.

Chissa’ se capiranno per quale motivo moriro’ ridendo di loro.

Perche’ vedete, un conto e’ morire perche’ non vi riesce facile chinare la testa.Un conto e’ morire , ammazzati da quelli che si sono votati, perche’ siete dei coglioni.

Ho solo una preghiera, diciamo un testamento spirituale , per quel momento:

Questo coglione qui:

Ecco, questo farlocco qui, per favore, ammazzatelo nella camera a gas a fianco alla mia. O in un altro campo di sterminio. Non nella stessa camera a gas dove sono io. Non reggerei proprio le sue cazzate in un momento che dovrebbe essere di puro divertimento.

Al massimo, posso tollerare di sentirle attraverso il muro. In cambio mi consegnero’ senza aprire il fuoco e prometto di non disseminare la casa di ordigni esplosivi.

Affare fatto?